Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione insegnante e periodi di disoccupazione: perchè il ricongiungimento è oneroso?

WhatsApp
Telegram
contributi figurativi

I contributi da disoccupazione degli insegnanti devono essere per forza riconginti onerosamente? Vediamo le alternative.

Per gli insegnanti, che molto spesso hanno alle spalle periodi di precariato con disoccupazione indennizzata, trovano molte difficoltà a far valutare i contributi figurativi ai fini dell’assegno di pensione spettante. Rispondiamo alla domanda che ci pone una lettrice:

Buongiorno, sono un’insegnante che andrà in pensione di vecchiaia nel prossimo primo settembre 2021 e ho richiesto  Il ricongiungimento dei periodi di disoccupazione, che ammonterebbero complessivamente a 5 anni e 8 mesi, per il ricalcolo della pensione. Tale richiesta è stata più volte sconsigliata dai vari sindacati ai quali mi ero rivolta, perché, secondo loro non ne avevo diritto per motivi, ahimè incomprensibili, ma ora, anche per un chiarimento dell’INPS e anche mediante la valutazione del compito di tutti i miei periodi lavorativi, alquanto frammentati, mi è stata data la possibilità di fare la domanda di ricongiunzione. Il motivo di una vostra consulenza riguarda la ricongiunzione dei periodi di disoccupazione , che mi è stato riferito che è a titolo oneroso . Ma i periodi di disoccupazione non sono coperti da contributi figurativi e non dovrebbero essere, nella loro ricongiunzione , senza onere? Grazie della vostra futura attenzione ed in attesa di un vostro riscontro, porgo cordiali saluti.

Ricongiunzione contributi disoccupazione

Partiamo dal presupposto che ricongiungere contributi presenti in due fondi previdenziali diversi è sempre oneroso, non solo quando i contributi in questione sono volontari, ma anche quando per versarli si è lavorato.

Il problema principale per i docenti che hanno lunghi periodi di disoccupazione indennizzata  è che questi ultimi vengono accreditati nell’AGO mentre i contributi per il servizio di ruolo e per le supplenze, se successive al 1987 in conto Tesoro.

In molti casi, quindi, moltissimi docenti si trovano con un estratto conto dipendenti privati (quello di colore blu per intenderci) in cui sono presenti solo e soltanto i contributi figurativi della disoccupazione che possono essere cumulati o ricongiunti solo se nello stesso estratto conto è presente anche un contributo settimanale obbligatorio (e non solo i figurativi).

Ma se, come nel suo caso, è possibile la ricongiunzione appare lecito pensare che nell’estratto conto FLDP (dipendenti privati) siano presenti anche altri contributi oltre quelli figurativi per disoccupazione e proprio per questo motivo gli stessi possono essere valorizzati ai fini della pensione anche con il cumulo gratuito dei contributi.

Non necessariamente, quindi, i contributi figurativi da disoccupazione devono essere ricongiunti onerosamente, potendo il lavoratore optare anche per il cumulo gratuito (che però nel caso dei dipendenti stati allunga i tempi di erogazione del TFS spettante: per maggiori informazioni invitiamo a leggere l’articolo: Pensione con il cumulo gratuito: quando viene pagato il TFS).

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO