Pensione e compensi accessori docenti, come vengono considerati alla fine del calcolo

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione e compensi accessori docenti, come vengono considerati alla fine del calcolo dell’assegno pensionistico. Analizziamo cosa prevede la normativa.

Buona giornata, ho una questione da porvi, rispetto alla quale NESSUNO, fino a questo momento, è stato in grado di rispondermi con precisione. Si tratta del conteggio dei compensi accessori. Sono docente di scuola primaria, andrò in pensione l’ uno settembre 2019, con opzione donna. Per 13 anni ho svolto la funzione vicaria, sto quindi parlando di compensi “abbastanza” consistenti, eppure ricevo, alla mia domanda, risposte disparate e spesso opposte: come è possibile? Vi ringrazio e spero che mi rispondiate. 

Pensione e compensi accessori

Analizziamo cosa prevede la normativa nel caso di calcolo di pensione e certificazioni riguardanti il trattamento accessorio percepito.

La legge 335/95 precisa che il trattamento accessorio entra a far parte della retribuzione pensionabile a decorrere dal 1° gennaio 1996. Ha un’incidenza sulla pensione solo se annualmente, supera il 18% dello stipendio lordo tabellare. Lo stipendio preso in considerazione dev’essere scorporato dall’integrativa speciale.

Quindi, il trattamento accessorio, incide nel calcolo pensionistico solo sulla quota eccedente il 18%. Praticamente hanno rilevanza solo gli emolumenti accessori di una certa consistenza.

Da considerare che la retribuzione professionale docenti è un compenso accessorio desumibile  dai decreti di ricostruzione carriera.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: