Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione d’ufficio con 67 anni a fine 2022: 1 settembre 2022 o 2023?

Stampa

Non sempre il pensionamento d’ufficio scatta, nella pubblica amministrazione, al compimento dei 67 anni: nel comparto scuola può ritardare.

I dipendenti pubblici non possono trattenersi in servizio dopo il compimento dei 67 anni poichè vengono collocati a riposo d’ufficio, ma in alcuni casi per il personale del comparto scuola il pensionamento avviene più tardi. Scopriamo perchè rispondendo alla domanda di un nostro lettore che chiede:

Gent.mo Ufficio consulenza,Sono un docente di ruolo con concorso ordinario nel 1985 nella scuola secondaria di secondo grado a Torino.
Visto che le normative sono molto variabili di anno in anno, avrei da porVi un quesito.
Premetto che il mio obiettivo non è andare in pensione al più presto ma, visto che ancora mi piace insegnare e ho abbastanza energie da spendere (inoltre ricopro diversi incarichi come coordinatore del dipartimento della mia materia e tutoraggio ai neo assunti), mi piacerebbe sfruttare fino all’ultimo momento consentito (lo scorso anno, per mia fortuna, non ho fatto un giorno di assenza…).
La mia data di nascita è 31 DICEMBRE 1955.
Vorrei sapere se il 1 settembre 2022 sarà obbligato d’ufficio ad andare in pensione oppure se, essendo nato il 31 dicembre, poiché compirò i 67 anni il 31 dicembre 2022, potrei ancora lavorare nell’anno scolastico 2022-203 andando in pensione il primo settembre 2023.
In ogni caso, se quest’anno non faccio domanda di pensionamento, potrebbe essermi d’aiuto per prolungare la mia attività?
Se può esservi utile, dall’ultimo prospetto fornitomi dall’INps, compirò i 42 anni e 10 mesi il primo settembre 2021, questo è vincolante per il mio pensionamento il primo settembre 2022 oppure prevale l’età (per cui compirei 67 anni il, 31 dicembre 2022, quindi potrei andare il pensione il primo settembre 2023)?
Mi pare chiaro che la mio volontà sarebbe andare in pensione il primo settembre 2023 se le normative (presenti e prossime) me lo consentono.
Vi ringrazio per avermi letto e Vi porgo i miei più cordiali saluti

Pensione d’ufficio

I dipendenti del pubblico impiego al compimento dei 67 anni vengono collocati a riposo d’ufficio (a patto che abbiano maturato almeno i 20 anni di contributi che gli permettono l’accesso alla pensione di vecchiaia). Ma nel comparto scuola, essendoci una sola finestra di uscita per la pensione, come funziona il pensionamento d’ufficio?

Per il personale che compie i 67 anni entro il 31 agosto il pensionamento d’ufficio scatta il 1 settembre dello stesso anno. Per il personale che compie gli anni tra il 1 settembre ed il 31 dicembre, invece, il collocamento a riposo scatta solo dal 1 settembre dell’anno successivo poichè l’amministrazione non può procedere alla messa a riposo se i 67 anni non sono stati ancora compiuti. Ovviamente per chi compie gli anni tra il 1 settembre ed il 31 dicembre il pensionamento può avvenire anche dal 1 settembre dello stesso anno ma solo a patto che presenti domanda di cessazione entro i termini stabiliti annualmente dal MIUR per i pensionamenti di quell’anno.

Nel suo caso, quindi, compiendo i 67 anni il 31 dicembre 2022, se non presenta domanda di cessazione entro dicembre 2022, il suo collocamento a riposo scatta obbligatoriamente l’anno successivo con pensionamento dal 1 settembre 2023.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”