Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione docente, quando è possibile anticipare con contributi anche pima del 1996?

WhatsApp
Telegram

Pensione anticipata ordinaria per ora è strutturale ma potrebbe essere affiancata, in futuro, da altre misure.

La pensione a 64 anni di cui si parla non è altro che la pensione anticipata contributiva e può essere utilizzata solo da chi non ha contributi versati prima del 1996. Ma quali soluzioni resterebbero ad una docente che volesse anticipare l’uscite? Scopriamolo rispondendo alla domanda di una nostra lettrice che ci scrive:

Buongiorno, sono un’insegnante che desidererebbe andare in pensione a 64 anni, anche per problemi si salute. Avevo già fatto domanda di riscatto (buonuscita) per i 4 anni in cui avevo fatto supplenza:1988-’89/1989-’90/1990-’91/ 1991-’92.Ho svolto in seguito 2 anni di preruolo nel 1992-’93 e nel 1993-’94.
Dal 1994 sono entrata di ruolo e attualmente ho 55 anni, sono del 1967.
Mi sapreste dire come mi sarà possibile anticipare di qualche anno la pensione? grazie. 

Anticipo pensione a 64 anni

Lei dovrebbe avere 34 o 35 anni di contributi da quello che scrive. Arrivando ai 64 anni di età lavorando per altri 9 anni, quindi, arriverebbe a 43 anni di contributi circa. A 64 anni (ma anche a 63 se lo desidera) potrebbe andare in pensione anticipata ordinaria avendo raggiunto i 41 anni e 10 mesi di contributi minimi che la misura in questione richiede.

Sapere se potrà anticipare la pensione anche prima dei 63/64 anni, però, ad oggi non è possibile. La pensione anticipata ordinaria, per ora, è una misura strutturale e che permette, quindi, di pianificare il proprio pensionamento anche abbastanza in là nel tempo. Misure come Ape sociale, opzione donna e quota 102, invece, essendo misure sperimentali e a termine non si sa per quanto altro tempo rimarranno in vigore. O se saranno sostituite nei prossimi anni da altre tipologie di pensionamento. Per ora sono tutte e 3 in scadenza a fine 2022 per quel che ci è dato sapere.

Le consiglio, quindi, di continuare a lavorare con la consapevolezza che al compimento dei 63/64 anni potrà, in ogni caso, andare in pensione anticipata e, nel frattempo rimanere aggiornata sulle novità in ambito previdenziale per capire se ci sarà qualche novità nei prossimi anni che le permetta di uscire dal mondo del lavoro anche prima.

 

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur