Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione dipendente statale: come integrare anche i contributi versati nel settore privato?

WhatsApp
Telegram

Riunire contributi versati in due gestioni diverse richiede molta attenzione perchè una scelta potrebbe essere più conveniente dell’altra.

Al momento del pensionamento può capitare che un dipendente pubblico abbia anche dei contributi versati, in passato, nel settore privato. Come si possono utilizzare per il calcolo della pensione questi contributi e qual è la scelta maggiormente conveniente? Scopriamo le strade che è possibile percorrere rispondendo ad un nostro lettore che ci scrive:

Sono docente di istituto statale e sto per andare in pensione. Nel mio curriculum previdenziale figurano anche quattro anni ,negli anni 90, di lavoro dipendente presso aziende private ( contributi Inps privato ). Cosa mi consiglia di fare ai fini pensionistici? Grazie

Contributi in due gestioni

Il problema principale è che per utilizzare gli anni di contributi versati nel settore privato bisogna per forza intervenire in qualche modo. Con la ricongiunzione, che è onerosa, o con il cumulo, che è gratuito.

Ovviamente la scelta va fatta in base alla reale conveniente. La ricongiunzione, anche avendo un onere piuttosto pesante, potrebbe essere più conveniente in determinati casi visto che, praticamente, sposta nella gestione di appartenenza i contributi versati nell’altra proprio come se fossero sempre stati versati in essa. E questo potrebbe determinare un assegno di pensione sensibilmente più alto.

Il cumulo, d’altra parte, essendo gratuito permette di utilizzare lo stesso quei 4 anni di contributi nella determinazione della pensione spettante, ma lasciandoli nella gestione di versamento. La pensione sarebbe liquidata pro quota dalle due gestioni in base alle regole di ognuna.

Valutare la scelta di una strada piuttosto che l’altra, però, non è possibile senza tutta la documentazione alla mano. Proprio per questo motivo le consiglio di rivolgersi ad un Patronato di fiducia che le potrà simulare la pensione in un caso e nell’altro, e le saprà dire indicativamente anche il costo della ricongiunzione onerosa. Solo in questo modo si può comprendere se val la pena sostenere l’onere o se, invece, è meglio scegliere la strada gratuita.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur