Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione di vecchiaia prima dei 67 anni, quando si presenta domanda nella scuola?

WhatsApp
Telegram

In pensione anche poco prima del compimento dei 67 anni nel comparto scuola, ma serve la presentazione della domanda di cessazione dal servizio.

Il comparto scuola ha delle peculiarità nelle modalità di pensionamento perché per chi vi lavora esiste una sola finestra di uscita, il 1° settembre di ogni anno. Proprio per questo motivo si permette il pensionamento, in alcuni casi, anche a chi ancora non ha raggiunto i requisiti richiesti dalla misura. Vediamo nello specifico rispondendo alla domanda di una nostra lettrice che ci chiede:

Sono una collaboratrice scolastica,  compio 67 il 27 ottobre  2025 ho un invalida  del 100/100 con riduzione  lavori e  la 104 articolo 3 comma 3. Quando  posso  fare domanda? Visto  che a scuola  si va  settembre  ed io compio gli anni ad ottobre è possibile  fare domanda prima? Non vorrei  fare ancora  un anno in più ed andare  nel2026. Grazie  per la risposta 

Pensione di vecchiaia prima dei 67 anni

Nel comparto scuola la pensione di vecchiaia si può ottenere anche lievemente prima del compimento dei 67 anni. Il 1° settembre di ogni anno possono andare in pensione anche i lavoratori che compiono i 67 anni necessari per l’accesso dal 1° settembre al 31 dicembre dello stesso anno. In questo caso, però, il pensionamento non è d’ufficio ma bisogna presentare apposita domanda di cessazione dal servizio entro i termini previsti annualmente dal Ministero (Solitamente entro la fine dell’anno precedente).

Nel suo caso, di fatto, non è necessario che rimanga in servizio per un anno scolastico in più e può andare in pensione anche il 1° settembre 2025, l’importante è che a fine 2024 segua le notizie in proposito e presenti domanda di cessazione dal servizio entro i termini che stabilirà il Ministero per i pensionamenti dell’anno successivo.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA