Pensione di vecchiaia o quota 100: ecco in quale mese e anno

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Qual è il mese e l’anno di decorrenza della pensione di vecchiaia o, il alternativa della pensione con quota 100? Calcoliamolo in base a contributi ed età dei nostri lettori.

  1. Compio 67 anni a ottobre, sono nato nel 1952 andrò in pensione in quale anno e mese? Insegnante dal ’93
  2. Buongiorno, compio i 66 anni il 2 giugno 2019, sono una dipendente di un’azienda Sanitaria con 35 anni di servizio, quando potrò andare in pensione senza decurtazione? Diversamente potrei andare anche prima, ho una invalidità del 67%? Grazie
  3. Buon giorno sono un lavoratore di azienda privata sono stato assunto il 04 gennaio 1979 e sono nato a settembre del 1957 quando posso andare in pensione Grazie
  4. Buongiorno, sono nata il 25 febbraio 1956 e per motivi familiari mi sono licenziata  il giorno 1 gennaio  2019. Secondo la  quota 100 quando potrò percepire l’assegno pensionistico?
    Eventualmente potrei versare i contributi volontari ed in che modo?
    Ringrazio per la cortese attenzione che vorrete dedicarmi.

La pensione di vecchiaia dal 1 gennaio 2019 richiede, oltre ai 20 anni di contributi maturati, un’età anagrafica di 67 anni.

  1. Essendo insegnante la sua unica finestra di pensionamento è il 1 settembre di ogni anno. Per il personale della scuola che compie i 67 anni entro il 31 agosto 2019 c’è il pensionamento d’ufficio. Per coloro che, invece, compiono i 67 anni dal 1 settembre al 31 dicembre 2019, la pensione può avere decorrenza dal 1 settembre 2019 solo dietro presentazione di relativa domanda di pensionamento. Potrà, quindi, accedere alla pensione il 1 settembre 2019 (se ha presentato domanda di cessazione dal servizio entro dicembre 2018) solo dietro presentazione di domanda, in alternativa accederà alla pensione d’ufficio il 1 settembre 2020.
  2. Purtroppo con un’invalidità del 67% non ci sono possibilità di agevolazioni per accedere alla pensione. Potrebbe accedere al pensionamento in caso di proroga del regime sperimentale opzione donna fin da subito subendo, però, un ricalcolo della pensione con il sistema contributivo (e rischiando di perdere fino al 30% della sua pensione) o in alternativa attendere i 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia con assegno calcolato con metodo misto (senza decurtazioni).
  3. E’ in possesso di quasi 40 anni di contributi con 61 anni di età: può accedere  alla quota 100 non appena compirà i 62 anni a settembre 2019 (con tutta probabilità decorrenza della pensione dalla finestra successiva al raggiungimento dei requisiti, ad ottobre 2019).
  4. Non ha scritto quanti anni di contributi ha versato e per questo motivo non so dirle se può accedere o meno alla quota 100 che richiede oltre ai 62 anni di età almeno 38 anni di contributi. Se è in possesso di 38 anni di contributi può accedere alla misura fin dall’entrata in vigore della quota 100 (probabilmente aprile 2019), in alternativa dovrà attendere di maturare i contributi richiesti per l’accesso o i 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia.
Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: