Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione di vecchiaia in regime di cumulo: cosa significa?

Stampa

Cosa significa presentare domanda di pensione di vecchiaia in regime di cumulo?

Buongiorno, sono un insegnante e sono nata a novembre del 55, pertanto nel 2022 andrò in pensione. Ho presentato all’Inps una domanda di riscatto oneroso rifiutata perché eccessivamente onerosa.
Mi è stato consigliato al momento di presentare la domanda di pensione, di inoltrare la tipologia ordinaria con gestione cumulo. 
È possibile avere un chiarimento? Leggendo sui vari siti dei sindacati, tutti sostengono che la domanda di pensione è una banale compilazione di dati anagrafici. Nessuno pone una focalizzazione sulle diverse gestioni che si possono scegliere quando si opta per la classica pensione di vecchiaia in modalità ordinaria. Potete gentilmente fare un breve riepilogo? Sperando di non chiedere un impegno troppo gravoso, porgo cordiali saluti .

La pensione di vecchiaia in  regime di cumulo altro non è che la pensione tramite il cumulo gratuito dei contributi. Sicuramente la domanda di pensione è una banale compilazione di dati anagrafici ma in ogni caso, nella stessa, bisogna indicare all’INPS quale pensione si richiede.

Nel suo caso con pensione di vecchiaia ordinaria in regime di cumulo le è consentito cumulare gratuitamente tutta la contribuzione che possiede nelle vari gestioni previdenziali in cui sono presenti i contributi versati. La pensione liquidata, quindi, sarà una somma delle quote di pensione spettante dalle singole gestioni che sarà, in ogni caso pagata in quota unica dall’INPS.

Ma al momento della domanda di pensione bisogna indicare all’istituto che per accedere alla pensione di vecchiaia ci si intende avvalere del cumulo gratuito e proprio per questo motivo nella parte dedicata alla Gestione (che solitamente non si compila) si dovrà scegliere il CUMULO.

Restano invariati i requisiti di accesso visto che saranno necessari sempre 67 anni di età e 20 anni minimi di contributi ma in questo modo, senza dover ricorrere alla ricongiunzione onerosa si possono far valere tutti i contributi versati anche in gestioni diverse sia per il diritto che per la misura della pensione.

Spero di essere stata chiara e di aver sciolto i suoi dubbi al riguardo.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”