Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione di vecchiaia: il reddito del coniuge influisce sul diritto?

Stampa
pensione

Per la pensione di vecchiaia il reddito del coniuge non è influente, per l’assegno sociale si.

Quando si parla di pensione di vecchiaia si intende il trattamento previdenziale che si raggiunge al compimento dei 67 anni in presenza di almeno 20 anni di contributi maturati dal richiedente. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci chiede:

Vorrei sapere se mia moglie può ricevere pensione vecchiaia e se a che limite per riceverla il reddito del marito a quanto deve ammontare

Pensione di vecchiaia e redditi

A sua moglie spetta la pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni solo se ha versato almeno 20 anni di contributi. In questo caso la pensione le spetta a prescindere indipendentemente dal reddito del marito poichè le misure previdenziali non sono erogate in base al reddito familiare ma sono un diritto acquisito dal lavoratore che, durante l’attività lavorativa, ha versato contributi per guadagnarlo.

In assenza di contributi, sempre a 67 anni, si può avere diritto all’assegno sociale ed in questo caso contano sia i redditi personali che quelli coniugali. L’assegno ordinario di invalidità, infatti, è una prestazione assistenziale erogata per il disagio economico in cui il cittadino versa e non un diritto acquisito con versamento contributivo.

In questo caso i limiti di reddito da rispettare sono assai stringenti e prevedono che vengano presi in considerazione anche i redditi del coniuge. Nello specifico l’assegno sociale spetta:

  • in misura intera al soggetto non coniugato che ha redditi pari a zero e al soggetto coniugato che ha redditi coniugali pari o inferiori al totale dell’assegno stesso annuo (460 moltiplicato per le 13 mensilità, ovvero 5983,64 euro)
  • Spetta, invece, un assegno sociale in misura parziale al soggetto che ha reddito personali fino a 5983,64 euro e reddito coniugale, fermo restando il rispetto del reddito personale, inferiore a 11.967,28 euro.

Se, quindi, il reddito personale di sua moglie sommato al suo supera gli 11967,28 euro l’assegno sociale non spetta.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione