Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione di vecchiaia gravosi: lo stop dell’aumento pensionabile va richiesto

Stampa

Come presentare domanda per vedersi riconoscere lo sconto di 5 mesi sull’età pensionabile riservato a lavoratori usuranti e gravosi.

Sono un’ insegnante  di scuola  dell’ infanzia, nata a maggio del 1954. Potrò  andare  in  pensione a 66 anni e 7 mesi(godendo della riduzione di 5 mesi) avendo svolto un  lavoro  gravoso ? Dovrò  fare domanda o il mio sarà  un pensionamento  d’ ufficio? Grazie 

Essendo una docente della scuola dell’infanzia rientra nella categoria dei lavori gravosi e le spetta, di conseguenza, il blocco dell’età pensionabile previsto dall’articolo 1 comma 147 della legge 205 del 27 dicembre 2017 in cui si stabilisce che “Per gli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria, alle forme sostitutive ed esclusive della medesima e alla gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, che si
trovano in una delle condizioni di cui al comma 148, non trova applicazione, ai fini del requisito anagrafico per l’accesso alla pensione di vecchiaia e del requisito contributivo per l’accesso alla pensione anticipata, di cui all’articolo 24, commi 6 e 10, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n.
201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, l’adeguamento alla speranza di vita stabilito per l’anno 2019, ai sensi dell’articolo 12 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.”.

Per poter godere della riduzione dei 5 mesi e accedere alla pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi, però bisogna presentare apposita domanda.

Come presentare domanda è stato illustrato dall’INPS nel messaggio 4804 del 21 dicembre 2018 in cui l’istituto spiega a lavoratori gravosi e usuranti come comportarsi per evitare l’aumento dell’età pensionabile di 5 mesi.

Per vedersi riconoscere lo sconto di 5 mesi sull’età pensionabile la domanda di pensione deve essere accompagnata dalla dichiarazione del datore di lavoro redatta su modello AP116 per lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato (AP117 per lavoratori domestici) in cui si attesti:

  • i periodi di svolgimento delle professioni considerate attività gravose di cui all’allegato A) del decreto 5 febbraio 2018 del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, emanato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle finanze;
  • il contratto di lavoro applicato;
  • il livello di inquadramento attribuito;
  • le mansioni svolte con i relativi codici professionali attribuiti, ove previsti, come individuati dall’allegato A) del citato decreto 5 febbraio 2018.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur