Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione di vecchiaia a 71 anni: quando è possibile con meno di 20 anni di contributi?

Stampa

Non sempre conviene richiedere la pensione di vecchiaia contributiva al compimento dei 71 anni se si percepisce assegno sociale.

La pensione di vecchiaia contributiva che può essere richiesta al compimento dei 71 anni richiede solo un minimo di 5 anni di contributi versati. E’ necessario, però che tutti i contributi ricadano nel sistema di calcolo contributivo e questo è possibile in soli due casi: quando siano stati tutti versati dopo il 31 dicembre 1995 o quando è possibile il computo in gestione separata.

Rispondiamo ad un nostro lettore che ci scrive:

Spett/le  orizzonte scuola, Sarò molto breve vorrei solo porle delle domande:  ho 71 anni invalido  civile percepisco 460 euro al mese 
Ho 701 contributi versati fino al 1994   circa 2 mesi gestione separata 2004 per un lavoretto partime note 18 poi  145 contributi versati dal 1999 al 2021  con le varie note che portano solo a 145  con 16 anni di lavoro discontinuo poiche sono stato detenuto  posso avere la pensione di vecchiaia distinti saluti.

Pensione a 71 anni

Come scritto in apertura dell’articolo la pensione a 71 anni spetta solo nel caso che tutti i contributi siano nel sistema contributivo. Avendo lei una posizione aperta nella Gestione Separata, quindi, può richiedere il computo in essa se è in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno 15 anni di contributi
  • contribuzione prima del 1996 che ammonti a meno di 18 anni
  • almeno 5 anni di contributi versati a partire dal 1996.

Se le viene accettata la domanda di computo può richiedere, poi, la pensione contributiva di vecchiaia. In ogni caso prima di procedere in tal senso, però, le consiglio di farsi simulare l’importo della pensione spettante poichè lo stesso potrebbe essere inferiore ai 460 euro che attualmente percepisce mensilmente a titolo di assegno sociale e, non essendo la pensione integrabile al minimo potrebbe trovarsi nell’antipatica situazione di andare a percepire meno di ora.

In ogni caso se ha solo queste entrate ed il suo reddito coniugale è nei limiti stabiliti dalla normativa, potrebbe integrare l’assegno percepito con la maggiorazione spettante al compimento dei 70 anni (per la quale è necessario presentare domanda apposita) che è parti a 190 euro al mese aggiuntivi. Le consiglio, in questo caso, di informarsi presso un patronato per vedere se ha diritto alla maggiorazione.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione