Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione di reversibilità, quando spetta agli ex coniugi divorziati?

WhatsApp
Telegram

Pensione di reversibilità, in alcuni casi spetta anche agli ex coniugi divorziati ma solo se rispettano determinate condizioni.

La pensione di reversibilità spetta quando viene a mancare un pensionato ai familiari superstiti. Solitamente il primo beneficiario della prestazione è il coniuge a cui spetta il 60% della pensione originariamente corrisposta al pensionato deceduto. Ma cosa accade se si tratta di un coniuge divorziato? Scopriamolo rispondendo ad una nostra lettrice che chiede:

Sono divorziata, mi spetta pensione di reversibilità?

Pensione di reversibilità ai divorziati

La pensione di reversibilità può spettare anche all’ex coniuge divorziato a patto che siano rispettate alcune condizioni. L’ex coniuge che la richiede non deve essere convolato a nuove nozze, e questo è fondamentale. Se, invece, eventualmente convive con un nuovo partner questo non determina la perdita del diritto.

Ma per avere diritto alla pensione di reversibilità l’ex coniuge deve essere anche titolare di assegno di mantenimento periodico. Se non riceveva dal defunto un mantenimento o aveva ricevuto un una tantum in sede di divorzio, la pensione di reversibilità non spetta (e non contano eventuali assegni di mantenimento corrisposti ai figli ma occorre che vi sia un mantenimento all’ex coniuge stabilito da un giudice).

Inoltre la pensione di reversibilità spetta solo nel caso che il rapporto di lavoro da cui deriva la pensione di reversibilità deve essere cominciato prima della sentenza di divorzio (in costanza, quindi, di matrimonio).

In ogni caso se il defunto era nuovamente spostato l’ex coniuge superstite dovrà dividere la spettanza della pensione di reversibilità con il coniuge superstite.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO