Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione con quota 102 con sconto contributivo per alcune categorie

Stampa

Riforma pensioni: la quota 102 potrebbe prevedere uno sconto contributivo per mamme, caregiver e precoci.

La riforma pensioni è in stallo, dopo che il governo ha affermato che se ne occuperà sicuramente ma dopo aver affrontato altre priorità necessarie per rilanciare il mercato del lavoro, in vista della scadenza del blocco dei licenziamenti il prossimo 30 giugno. Il mondo del lavoro attende e come abbiamo già scritto in precedenza qualsiasi decisione verrà presa saremo comunque in ritardo visto che i lavoratori non hanno potuto programmare il pensionamento successivo al 31 dicembre 2021 e le azienda non hanno saputo con un congruo anticipo quali e quanti lavoratori sarà necessario sostituire dal prossimo anno causa pensionamento.

Riforma pensione con quota 102

Anche se, quindi, il governo non si è espresso minimamente su quella che potrà essere la misura che prenderà il posto della quota 100 alla sua scadenza, la misura più gettonata sembra essere la quota 102. Una misura molto simile alla quota 100 come meccanismo di accesso visto che anche in questo caso è richiesto il raggiungimento della quota con paletti fissati per età e contributi: 38 anni di contributi ed almeno 64 anni di età.

La platea dei destinatari, quindi, rispetto alla quota 100 si restringe e la misura permetterebbe un anticipo di soli 3 anni, a differenza dei 5 consentiti dalla quota 100. Ma per venire incontro a determinate categorie di lavoratori che hanno bisogno di maggiori tutele, potrebbero essere previsti degli sconti contributivi.

Sconto contributivo, quindi, ma solo per le categorie più svantaggiate e nello specifico le mamme lavoratrici, i caregiver e i precoci. Vediamo le agevolazioni che potrebbero essere previste.

Per le mamma lavoratrici sui 38 anni di contributi potrebbe essere prevista una riduzione di 8 mesi per ogni figlio avuto fino ad un massimo di 24 mesi per le mamme con 3 o più figli.

Per chi, invece, assiste un familiare con handicap grave in base alla legge 104 lo sconto contributivo potrebbe essere di 12 mesi ogni 5 anni di cura e assistenza come caregiver.

Infine potrebbe essere prevista una maggiorazione contributiva del 25% per i lavoratori precoci che riguarderebbe, però, solo gli anni di lavoro prestati dai 17 ai 19 anni di età con uno sconto massimo, quindi, di 9 mesi per chi ha iniziato a lavorare a 17 anni.

Ricordiamo che queste che riportiamo sono soltanto ipotesi e che nulla è stato ancora deciso dal governo in ambito riforma pensioni.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur