Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione con 900 settimane di contributi: che misura spetta?

Stampa

900 settimane di contributi non sempre bastano per accedere ad una qualsiasi forma di pensione.

Molto spesso nell’estratto conto dell’INPS non è facile comprendere quanti anni di contributi si possiedono. Nell’estratto conto, infatti, i contributi sono espressi in settimane mentre quando si parla di requisiti di accesso alla pensione si parla di anni di contributi. Cerchiamo di fare chiarezza rispondendo alla domanda di una nostra lettrice che ci chiede:

Salve ho 62 anni e da qualche anno ho perso il lavoro, richiedendo l’estratto conto all’INPS mi risultano contributi utili: 900 settimane per la misura,794 settimane per il diritto.vorrei sapere come funzionerà la mia pensione. Grazie

Pensione con 900 settimane di contributi

Partiamo spiegando cosa sono i contributi validi alla misura e quelli validi al diritto: i contributi validi al diritto sono quelli che permettono di raggiungere il requisito di accesso alla pensione, quelli validi alla misura, invece, sono quelli che saranno presi in considerazione per determinare l’importo dell’assegno previdenziale.

Come si fa a capire quanti anni di contributi si possiedono partendo dalle settimane? Un anno di contributi equivale a 52 settimane di contributi: ogni 52 settimane di contributi versati, quindi, copre un anno intero.

Le 900 settimane di contributi utili alla misura, quindi, equivalgono a 17 anni e 16 settimane (circa 4 mesi) mentre le 794 settimane per il diritto equivalgono a 15 anni e 14 settimane di contributi.

Non essendo in possesso dei 20 anni di contributi minimi richiesti dalla pensione di vecchiaia, purtroppo, potrebbe non avere diritto ad alcuna pensione al raggiungimento dei 67 anni. Se i contributi da lei posseduti sono stati versati a partire dal 1996 (o nel caso possieda una posizione aperta nella Gestione Separata che le permetta di richiedere un computo in essa) potrebbe accedere alla pensione di vecchiaia al compimento dei 71 anni, in caso contrario (a meno che non rientri in una delle 3 deroghe Amato e con l’opzione Dini) non avrà diritto a nulla e proprio per questo motivo le consiglierei di versare volontariamente i 5 anni di contributi mancanti per essere in possesso dei 20 anni minimi richiesti dalla pensione di vecchiaia.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione