Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi: si deve lavorare nella finestra di attesa?

WhatsApp
Telegram

La pensione anticipata ordinaria prevede una finestra di attesa di 3 mesi per la decorrenza del trattamento previdenziale.

La pensione anticipata ordinaria permette, indipendentemente dall’età, di accedere alla pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno per le donne. Per la decorrenza della pensione è necessario attendere 3 mesi di finestra (che,ricordiamo, non si applicano ai dipendenti del comparto scuola e AFAM poichè hanno un’unica finestra di accesso alla quiescenza, rispettivamente il 1 settembre ed il 1 novembre di ogni anno). Rispondiamo ad un nostro lettore che ci chiede:

Salve , ła mia domanda sorge su questo dubbio…io a fine maggio 2022, avrò maturato 42 anni e 10 mesi di contributi. Posso ritirarmi dal lavoro e non fare la finestra dei 3 mesi, consapevole che il primo assegno di  pensione lo riceverò a settembre. Chiedo se mi verranno accreditati gli arretrati dei 3 mesi di Giugno, Luglio e Agosto… grazie in anticipo per la disponibilità.

Pensione anticipata e finestra

La normativa previdenziale che regola l’accesso alla pensione anticipata ordinaria prevede come unico requisito di accesso quello contributivo indipendentemente dall’età. Per accedere, quindi, è necessario aver maturato:

  • 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini;
  • 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

Per la decorrenza del trattamento pensionistico, poi, è richiesta una finestra di attesa di 3 mesi dal raggiungimento dei requisiti. Una volta raggiunti, quindi, i requisiti richiesti dalla misura il lavoratore può anche decidere di smettere di lavorare ed attendere i 3 mesi. Nulla obbliga, infatti, a lavorare durante la finestra di attesa. Le scelte per il lavoratore sono quindi due:

  • raggiunti i contributi necessari lavorare anche i 3 mesi di finestra di attesa per accedere alla pensione con 3 mesi di contributi in più (43 anni e 1 mese o 42 anni e 1 mese di contributi);
  • scegliere di smettere di lavorare al raggiungimento del requisito contributivo e rimanere senza stipendio e senza pensione per i 3 mesi di finestra.

In base a quanto detto fino ad ora, quindi, lei può scegliere di ritirarsi dal lavoro al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi e non lavorare la finestra di 3 mesi, ma per quel periodo non avrà diritto neanche agli arretrati della pensione che, appunto, decorre solo trascorsi i 3 mesi in questione.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?