Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi: la Naspi copre i 3 mesi di finestra di attesa?

Stampa

La Naspi può essere fruita anche nei 3 mesi di finestra di attesa prima dell’accesso alla pensione anticipata.

I dubbi in materia previdenziale sono molti, soprattutto quando non ci si riesce ad orientare bene tra le diverse norme. In questo articolo rispondiamo alla domanda di un lettore sulla Naspi e sui mesi di finestra di attesa per accedere alla pensione anticipata:

Buongiorno, a inizio  novembre  maturo  i 42 anni  e 10 mesi  per la pensione  anticipata  in quanto  mi è  arrivata  la lettera  di licenziamento volevo  cortesemente  Chiedervi  se la Naspi  mi copre  anche  i tre mesi  di finestra  e comunque  quando dovrei  presentare  la domanda  di  pensione  allora INPS ? In attesa di un Vostro  cordiale riscontro  porgo  i miei  saluti

Pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi

La Naspi può essere interrotta il giorno precedente a quello di decorrenza della pensione e di fatto, quindi, può essere fruita anche nei 3 mesi di finestra di attesa previsti per accedere alla pensione anticipata ordinaria con 42 anni e 10 mesi di contributi.

Per lei che raggiunge il requisito contributivo a novembre la decorrenza della pensione scatterebbe il il 1 marzo 2022, trascorsi i 3 mesi di finestra. Può, quindi, interrompere la fruizione della Naspi anche a fine febbraio, il giorno precedente quello in cui decorre il suo trattamento previdenziale.

Per la presentazione della domanda di pensione all’INPS, invece, può procedere anche a novembre, visto che i 3 mesi di finestra danno il tempo all’INPS di lavorare la sua pratica di pensione che potrà, poi, essere liquidata con la decorrenza della stessa.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti