Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione con 41 anni di contributi: l’assegno su quanti anni di contributi viene calcolato?

WhatsApp
Telegram

Per chi accede alla pensione con la quota 41 l’assegno è calcolato su tutti i contributi versati e non soltanto sui 41 anni richiesti per l’accesso.

Per chi rientra nella categoria dei lavoratori precoci e può vantare anche l’appartenenza ad uno dei profili di tutela, è possibile accedere alla pensione con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età. Rispondiamo al dubbio di un nostro lettore che ci chiede:

Buongiorno e grazie per avermi dato la possibilità di porvi la seguente domanda:Al 31/12/2020 esaurisco gli ammortizzatori sociali che mi porteranno ad avere 42 anni e 5 mesi di contributi. Avendo perso il lavoro e avendo versato almeno 12 mesi di contribuzione prima dei 19 anni posso accedere alla pensione dei 41 anni? Se questo fosse possibile la pensione verrà calcolata sulla base dei 41 anni oppure su quelli effettivamente maturati e cioè 42 e 5 mesi?

Pensione e calcolo assegno

Rientrano nella pensione con la quota 41 tutti coloro che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima dei 19 anni di età e che, al contempo, si riconoscono in uno dei profili di tutela previsti dalla normativa dell’Ape sociale, ovvero:

  • disoccupati a seguito di licenziamento, anche collettivo, che hanno esaurito da almeno 3 mesi di fruire dell’intera Naspi spettante
  • invalidi con almeno il 74% di invalidità
  • caregiver familiari che assistono, al momento della richiesta, da almeno 6 mesi un familiare convivente con handicap grave ai sensi della legge 104
  • lavoratori usuranti o gravosi.

Per quel che riguarda i disoccupati è importante sottolineare che la perdita involontaria del lavoro deve essere a seguito di licenziamento e non, ad esempio, per scadenza di un contratto a termine.

Nel suo caso lei non specifica per cosa sta fruendo dell’ammortizzatore sociale in questione. Se la Naspi gliel’hanno riconosciuta per un licenziamento, quindi, potrà accedere alla pensione quota 41, se invece, ha avuto accesso per scadenza contratto a termine il diritto alla misura le è precluso.

In ogni caso se accede alla quota 41 con 42 anni e 5 mesi di contributi l’assegno previdenziale sarà calcolato su tutti i contributi versati e non soltanto sui 41 anni richiesti per accedere.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur