Pensione: come bloccarla per decesso del titolare

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Se il titolare di pensione viene a mancare i suoi eredi cosa devono fare per comunicare all’Inps che non deve più erogare la misura?

Buongiorno,

sono una docente di scuola superiore. Ho perduto da poco mio padre, vedovo da anni, e vorrei sapere quali adempimenti è necessario compiere per bloccare l’erogazione della sua pensione.

Vi ringrazio della disponibilità

In caso di morte del pensionato i suoi eredi, tra i vari adempimenti burocratici, devono provvedere a comunicare all’Inps (o all’ente che erogava la pensione) il decesso del congiunto tramite un autocertificazione per bloccare l’emissione della pensione.

Se la comunicazione viene effettuata in ritardo sarà necessario restituire all’istituto tutte le mensilità erogate dopo la morte del pensionato (in caso di accredito su conto corrente sarà la banca o la psta a provvedere alla restituzione delle somme non dovute).

Autocertificazione per INPS: cosa scrivere?

Nella comunicazione di decesso all’Inps , che va redatta in carta libera, vanno indicati nome e cognome del pensionato defunto, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale e numero del libretto di pensione (che va restituito). Vanno inoltre indicati nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale  e grado di parentela dell’erede che effettua la comunicazione, luogo, data e ora del decesso con richiesta esplicita di sospensione della pensione del defunto.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: