Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione Ape sociale, quanto si perde rispetto alla pensione di vecchiaia?

Stampa

Quanto si perde scegliendo il pensionamento con l’ape sociale? L’importo varia molto dalla pensione di vecchiaia?

Come ormai appare chiaro, l’anticipo pensionistico ha sempre un costo per il lavoratore anche se ci sono misure che incidono di più ed altre che incidono meno sull’assegno previdenziale. La scelta meno conveniente economicamente è sicuramente la pensione con l’opzione donna perchè oltre ai mancati contributi versati prevede anche una penalizzazione sull’assegno.

Ma cosa comporta scegliere l’Ape sociale sull’assegno previdenziale? Scopriamolo rispondendo ad una nostra lettrice che ci chiede:

Buongiorno, sono un’insegnante di scuola  dell’infanzia, ho 65 anni e 30 di contributi, vorrei sapere se posso accedere all’Ape social e con quale perdita economica rispetto alla vecchiaia. Grazie

Pensione con Ape sociale spetta?

Per accedere all’Ape sociale ai lavoratori gravosi, tra i quali rientrano anche le insegnanti della scuola dell’infanzia, devono aver compiuto i 63 anni ed aver maturato almeno 36 anni di contributi. Lei, quindi, con soli 30 anni di contributi ed un lavoro gravoso, l’unico beneficio cui può ambire è l’accesso alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi di età.

Ape sociale quanto si perde?

In ogni caso quale perdita economica comporta l’accesso all’Ape sociale? Innanzitutto i mancati contributi mancati: smettendo di lavorare prima, infatti, si versano meno contributi e, quindi, la pensione viene calcolata su meno contributi (ad esempio accedendo con 65 anni, nel suo caso, la pensione sarebbe stata calcolata su 30 anni di contributi ed accedendo a 67 su 32 anni di contributi).

Ad incidere, poi, anche l’età di accesso: la quota contributiva della pensione, infatti, è calcolata applicando il coefficiente di trasformazione riferito all’età che è maggiormente favorevole e restituisce una pensione più alta, a parità di contributi, con il crescere degli anni compiuti.

L’Ape sociale, poi, ha un importo mensile massimo di 1500 euro (senza tredicesima): anche nel caso che, quindi, la pensione maturata sia superiore a tale importo fino al compimento dei 67 anni si percepirà l’assegno di importo massimo di 1500 euro che, poi, aumenterà solo all’accesso definitivo alla pensione di vecchiaia.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur