Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata settembre 2022: posso pagare i contributi mancanti?

Stampa

E’ possibile raggiungere il requisito contributivo pagando? In alcuni casi è possibile con i contributi volontari, in altri con quelli da riscatto.

Per riuscire ad anticipare la pensione è necessario perfezionare i requisiti richiesti dalla normativa vigente. Quando a mancare è il requisito contributivo si può ovviare versando i contributi mancanti? Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci chiede:

Compiro’ 62 anni a febbraio 2022, alla fine di agosto 2022 avrò 40 anni di contributi ( sono un’ insegnante), potrei versare entro quest’ anno un anno e dieci mesi di contributi per accedere alla pensione anticipata da settembre 2022?

Pensione con contributi mancanti

Sicuramente ci sono modi per integrare la contribuzione mancante, ma escludiamo a priori la possibilità di versare contributi volontari visto che gli stessi sono autorizzati solo in presenza di cessazione dell’attività lavorativa e non possono essere sovrapposti a contribuzione obbligatoria.

L’unico modo per raggiungere il requisito contributivo che le occorre entro l’anno può essere quello di ricorrere alla contribuzione da riscatto ma per farlo deve avere dei periodi che può riscattare. Possono essere riscattati i periodi per i quali:

  • vi è stata omissione nel versamento all’Inps dei contributi obbligatori che non possono essere, altrimenti, recuperati essendo intervenuta la prescrizione di legge;
  • non vi era l’obbligo del versamento contributivo;
  • sono state introdotte particolari disposizioni legislative.

A titolo di esempio, quindi, possono essere riscattati periodi non coperti da contribuzione come ad esempio il tempo dedicato allo studio universitario per ottenere la Laurea, l’astensione facoltativa per maternità al di fuori del rapporto di lavoro, periodi non lavorati e privi di contribuzione successivi al 31 dicembre 1996, lavori socialmente utili, attività svolta con contratto Cococo precedenti al 1 aprile 1996, ecc…

Se nella sua vita, quindi, individua uno dei periodi che possono essere oggetto di riscatto (ed in tal senso può chiedere anche l’ausilio ad un patronato) può versare i contributi mancanti e presentare, quindi, domanda di cessazione entro i termini stabiliti dal MIUR per i pensionamenti al 1 settembre 2022, in caso contrario non ci sono altre vie per la copertura contributiva che le manca.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione