Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata nuovi gravosi per insegnanti primaria e collaboratori scolastici, quali i reali vantaggi? CONSULENZA

Stampa

Allargamento dei beneficiari dell’APe sociale, quali benefici per i gravosi più giovani?

La commissione sui lavori gravosi ha individuato altre 203 mansioni considerate pesanti che potrebbero, quindi, allargare la platea dei beneficiari della pensione Ape sociale dopo la scadenza della quota 100, fissata al 31 dicembre 2021.

Tra le categorie che potrebbero essere inserite tra le mansioni gravosi, rientrerebbero anche gli insegnanti della scuola primaria (Elementari) e, tra il personale ATA, i collaboratori (addetti alla vigilanza dei bambini). Ma questo cosa comporterebbe in ambito previdenziale?

Salve, sono una docente di scuola primaria e ho letto con interesse la proposta di inserire anche la nostra categoria tra i lavori usuranti che possono così accedere ad un anticipo sulla data di pensione. Ma da quanto leggo si potrebbe accedere con 63 anni e 36 di servizio….e chi, come me, avendo meno anni anagrafici, ne ho 58, ha già maturato una anzianità di servizio superiore, nel mio caso sono al 39esimo, come si deve porre? Occorrerà raggiungere i 41. + 10 mesi a prescindere dall’età anagrafica? Ed in tal caso quale sarebbe il vantaggio di rientrare in una categoria di lavoro usurante?

Pensione anticipata gravosi

L’errore più comune quando si parla di mansioni gravose è quello di confonderle con il lavoro usurante (quello svolto in orari notturni o in spazi ristretti come cave e miniere). L’insegnante della scuola primaria rientrerebbe, se la proposta venisse tramutata in legge, nei lavori gravosi e non usuranti e a livello previdenziale la distinzione è importante visto che i lavoratori usuranti possono accedere ad una pensione ad essi dedicata (la quota 97,6) mentre i gravosi no.

Anche se a d oggi, e stante l’attuale normativa, i lavoratori gravosi possono accedere a quota 41, ape sociale e pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi, in ambito dell’estensione delle categorie di  lavoratori gravosi si è parlato solo di un ampliamento della platea dei beneficiari dell’Ape sociale.

Nel suo caso, quindi, il riconoscimento della mansione gravosa in ambito previdenziale non porterebbe alcun beneficio essendo troppo giovane per accedere in tempi brevi all’Ape sociale e dovendo attendere, per il pensionamento, il raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi di contributi necessari alle donne per accedere alla pensione anticipata ordinaria

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur