Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata ordinaria scuola: chi può accedere il 1 settembre 2022?

Stampa

Non è necessario, nel comparto scuola, perfezionare il requisito contributivo prima del pensionamento.

Quali sono i dipendenti del comparto scuola che potranno accedere dal 1 settembre 2022 alla pensione anticipata ordinaria? Quando devono essere perfezionati i requisiti di accesso? Scopriamolo rispondendo alla domanda di una nostra lettrice che scrive:

Salve, sono insegnante di scuola primaria, ad agosto 2022 avrò 41 anni e 8 mesi di contributi e 63 anni di età.
Posso andare in pensione?
Quanto verrei a perdere? Grazie.

Pensione anticipata 2022

Potrà accedere alla pensione il 1 settembre 2022 ma solo presentando domanda di cessazione entro il termine stabilito dal MIUR per i pensionamenti 2022 (solitamente entro fine dicembre).

Vediamo chi può accedere alla pensione anticipata ordinaria il prossimo 1 settembre (2022) per quel che riguarda il comparto scuola..

Il pensionamento con la misura anticipata che richiede 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini, il 1 settembre 2022 è consentito a tutti coloro che raggiungeranno tale requisito contributivo entro il 31 dicembre 2022. Di fatto, quindi, chi termina l’anno scolastico in corso con qualche mese di contributi mancante al raggiungimento del requisito richiesto, potrà accedere, in ogni caso, alla pensione anticipata ordinaria a patto che tale requisito sia raggiunto, anche soltanto prospetticamente, entro il 31 dicembre 2022.

Per i dipendenti del comparto scuola, infatti, si applica l’articolo  59, comma 9 della legge n. 449/1997, che così recita: “Per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno.”.

Lei, avendo ad agosto 2022 41 anni e 8 mesi di contributi ma raggiungendo i 41 anni e 10 mesi di contributi entro la fine del 2022, potrà presentare entro la fine del 2021 la domanda di cessazione dal servizio e la domanda di pensione per la quiescenza il 1 settembre 2022.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur