Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata ordinaria, quota 100 e Ape sociale: domanda e diritto

Stampa

Una panoramica su alcune delle forme previdenziali più utilizzate per la quiescenza.

Con la normativa attualmente in vigore i modi per accedere alla pensione con un certo anticipo rispetto ai 67 anni sono molteplici. In questo articolo rispondiamo alle domande che ci hanno posto diversi lettori su pensione anticipata ordinaria, quota 100 e Ape sociale.

Pensione anticipata

  • Buonasera
    Sono insegnante di scuola secondaria superiore, sono in servizio di ruolo dal 1987 e non ho servizio pre-ruolo.Ho riscattato 4 anni del corso di laurea e sono nata il 14/2/61.Chiedo a questa spettabile redazione quando potrò andare in pensione con pensione anticipata ordinaria?
    Ringrazio

Con i contributi obbligatori da lavoro totalizza al 31 agosto 2021 34 anni di contributi a cui si sommano quelli riscattati facendola giungere a 38 anni di contribuzione. Considerando che la pensione anticipata ordinaria richiede 41 anni e 10 mesi di contributi deve lavorare ancora 4 anni prima di poter accedere alla quiescenza con questa misura.

Ape sociale

  • Buonasera..Vorrei gentilmente un’informazione.
    Sono nata il 23.12.58 quindi compirò 63 anni  nel 2021.Sono disoccupata a seguito licenziamento da fine 2010 ed ho quindi usufruito della Naspi.Ho versato 30 anni circa di contributi (mancano forse pochi mesi) ed ho letto che c’è lo sconto di un anno per ogni figlio..io ne ho due..Potrei in base a questi requisiti fare domanda per Ape sociale?
    Grazie per l’attenzione.
    Distinti saluti.

L’ape sociale, per le donne madri, prevede uno sconto (la cosiddetta Ape rosa).  Lo sconto previsto è di 1 anno, sul requisito contributivo, per ogni figlio avuto. In teoria, quindi, avendo lei avuto due figli avrebbe potuto accedere all’Ape sociale rosa già con 28 anni di contributi ma sempre con 63 anni di età. Se dopo aver percepito la Naspi nel 2010, dopo il licenziamento, non è stata più occupata e non ha versato altra contribuzione da lavoro, può certamente produrre domanda di pensione con l’Ape grazie all’agevolazione prevista per le donne madri.

Quota 100

  • Buona sera. Sono un docente che al 31/12/2021 avrà 62 anni e 39 anni di contributi.  Posso considerare l’istituto di QUOTA 100 come diritto acquisito e presentare domanda di pensionamento l’anno successivo o quello dopo?

Il decreto che ha introdotto la quota 100 (numero 4 del 2019) specifica chiaramente che per chi raggiunge i requisiti di accesso (38 anni di contributi versati e 62 anni di età) entro il 31 dicembre 2021 la domanda di pensione può essere presentata in un qualsiasi momento anche successivo alla data di scadenza della misura.

Avendo, nel suo caso, raggiunto i requisiti di accesso alla pensione con quota 100 prima della scadenza, di fatto potrà presentare domanda di pensione a fine 2021 per il 1 settembre 2022, ma anche a fine 2022 per accedere il 1 settembre 2023 (e anche negli anni successivi avendo cristallizzato il diritto).

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione