Pensione anticipata o Quota 100, quale penalizzazzione sull’assegno pensionistico

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione anticipata o Quota 100, quale differenze e penalizzazioni ci saranno sull’assegno pensionistico?

Buonasera, sono un’insegnante di scuola secondaria di primo grado. 
Sono nata il 9/04/1954 e ,quindi , ad aprile 2019 compirò 65 anni.
A novembre 2018 ho presentato domanda di pensione anticipata, ma, visto che mancavano 13 giorni per raggiungere i 41 anni e 10 mesi, ho dovuto chiedere il riscatto oneroso di tale periodo, utilizzando a tal fine, il lavoro da me effettuato da laureata come borsista ricercatrice presso un istituto di ricerche farmacologiche di Milano.
L’INPS ha dato parere favorevole per tale richiesta di riscatto oneroso, ma quasi sicuramente dovrò riscattare un intero mese.
Il mio quesito è:
Procedo con tale richiesta pagando il riscatto oneroso del periodo suddetto,
oppure mi conviene risparmiare questi soldi e fare domanda di pensione con quota cento? E, in quest’ultimo caso, l’assegno mensile sarebbe ridotto?
Ringraziandola anticipatamente,  le invio cordiali saluti

Pensione anticipata o Quota 100

L’assegno pensionistico di pensione anticipata e la quota 100, viene calcolato con il sistema misto, ed esattamente:

  • per i contributi versati fino al 31 dicembre 2011 con il sistema retributivo, per quelli successivi con il sistema contributivo per coloro che sono in possesso di almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995;
  • per chi è in possesso di meno di 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995, con il sistema retributivo per i contributi versati entro quella data e con il sistema contributivo tutti gli altri.

L’unica differenza tra pensione anticipata e quota 100 è costituita dal divieto di cumulo di  lavoro, con eccezione delle prestazioni occasionali con un massimo di 5.000 euro annuali, nella pensione anticipata questo divieto non esiste.

Non esistono penalizzazioni, la differenza dell’assegno pensionistico è data dai contributi versati nell’uno e nell’altro caso, poiché con la quota 100 accederebbe già adesso con i contributi maturati, mentre con la pensione anticipata dovrà maturare il requisito del periodo mancante con il riscatto oneroso. La differenza è rappresentata dai contributi in più versati nel montante contributivo.

A mio avviso, può tranquillamente optare per la quota 100.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: