Pensione anticipata, Naspi e contributi volontari

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Cerchiamo di capire le possibilità di pensionamento per un disoccupato in Naspi con 40 anni di contributi.

Buona sera 
vi scrivo per avere informazioni riguardo l’età in cui potrò andare in pensione. 
Sono nato il 6 dicembre 1966 e ho iniziato a lavorare a 17 anni e ho sempre lavorato fino a gennaio 2018 quando sono stato licenziato a seguito di una ristrutturazione aziendale. In questo momento sono in regime di NASPI fino a gennaio 2020.
Quando potrò andare in pensione? 
È se non dovessi trovare un altro lavoro potrei effettuare dei versamenti volontari? 
Grazie per le vs risposte.
Con 53 anni di età e 36 anni di contributi, purtroppo, le possibilità di pensionamento non sono moltissime.
Pur appartenendo alla categoria dei lavoratori precoci e pur essendo in Naspi, non può accedere al pensionamento con la quota 41 dedicata proprio ai precoci poichè non è in possesso dei requisito contributivo di accesso.
Se terminata la Naspi, che le permette in ogni caso di accumulare contributi figurativi, non trova un’altra occupazione le alternative di pensionamento anticipato non sono molte, se si esclude la RITA.
Ape sociale e volontario, accessibili al compimento dei 63 anni di età e comunque per lei distanti 10 anni, sono in scadenza il prossimo 31 dicembre 2019 (a meno che non vengano prorogate dalla prossima legge di Bilancio).
Per accedere alla quota 100 sono necessari almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi. Per la pensione anticipata ordinaria si devono maturare, per gli uomini, almeno 42 anni e 10 mesi di contributi.
Nel suo caso l’alternativa alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età può essere soltanto la Rita se ha aderito nella sua vita lavorativa ad un fondo di previdenza complementare versandovi almeno 5 anni di contributi (ma anche in questo caso, da disoccupato, potrebbe accedervi al compimento dei 57 anni di età).
Se non dovesse trovare un’altra occupazione, in ogni caso, può fare domanda per autorizzazione ai versamenti volontari e, considerando che con la Naspi dovrebbe raggiungere i 37 anni di contributi, versando 4 anni di contributi volontari, tra 4 anni potrebbe accedere (a patto che non trovi un’altra occupazione) alla quota 41 come precoce disoccupato che ha finito di fruire della Naspi da almeno 3 mesi.
Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: