Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata: che prospettive per chi ha 52 anni?

Stampa

Per accedere alla pensione anticipata non conta molto l’età quanto i contributi versati. Vediamo nello specifico perchè.

Non sempre accedere alla pensione in giovane età è possibile. Abolite del tutto le cosiddette baby pensioni, infatti, accedere alla quiescenza è possibile solo rispettando precisi requisiti anagrafici e contributivi (o nel caso di alcune prestazioni solo contributivi).

Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci chiede:

Buongiorno,  in vista di cambiamenti sul piano pensione,  volevo chiedere se ho una speranza, o se per loro sono sempre troppo giovane per andarci. Ho 35 anni di contributi, ho lavorato sempre in bar, ristoranti, edicola e ora come magazziniera in farmacia, ho i genitori anziani e un bambino di 12 anni, ma ho solo 52 anni. C e un modo per riuscire ad andare in pensione,  anche perdendo un po di soldi? Perché diventa dura seguire tutto ! Grazie

Pensione in giovane età

Per accedere alla pensione sono necessari, così come previsto dalla legge Fornero, 67 anni di età ed almeno 20 anni di contributi. In tutti gli altri casi il pensionamento prima dei 67 anni (cosiddetta pensione anticipata) richiede precisi vincoli contributivi.

Per la pensione anticipata ordinaria occorrono 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno per le donne. Vi sono, poi, numerose misure che permettono il pensionamento anticipato in deroga, come ad esempio la quota 100 per la quale sono necessari 62 anni di età e 38 anni di contributi accessibile, però solo fino al 31 dicembre 2021.

L’Ape sociale richiede almeno 63 anni di età e 30 o 36 anni di contributi oltre l’appartenenza ad uno dei profili tutelati, profili che limitano l’accesso anche alla quota 41, riservata però solo ai lavoratori precoci con almeno 41 anni di contributi versati.

Per le donne vi è la possibilità di accedere alla pensione con 35 anni di contributi versati ed almeno 58 anni di età (59 anni per le autonome) ma solo se entrambi i requisiti sono stati raggiunti entro il 31 dicembre 2020. Questa misura potrebbe essere ulteriormente prorogata dalla legge di Bilancio di fine anno.

Nel suo caso, quindi, non si tratta solo del fatto che è troppo giovane (in effetti le mancano 15 anni per la pensione di vecchiaia) ma anche del fatto di non essere in possesso di requisiti contributivi che le permettano l’accesso all’anticipo. Se raggiunge i 41 anni e 10 mesi di contributi, indipendentemente dalla sua età, in ogni caso potrà accedere alla pensione anticipata ordinaria.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur