Pensione anticipata Ape Volontario con scadenza al 31 dicembre 2019

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione anticipata Ape Volontario, quali sono i requisiti richiesti, i costi e gli oneri per il 2019? Analizziamo cosa prevede la normativa vigente.

Sono un docente di scuola superiore di 2^ grado con 33 anni di contributi Inps e 63 di età. Vorrei richiedere informazioni sulle modalità di uscita anticipata (se prevista dalle normative vigenti) e relativi oneri.
Grazie, Cordiali saluti.

La pensione anticipata Ape Volontario è riconosciuta in via sperimentale dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2019. Consiste in un prestito ponte per arrivare ai requisiti della pensione di vecchiaia. Viene erogato dalla banca in quote mensili per 12 mensilità.

Chi sono i beneficiari dell’Ape Volontario

La pensione anticipata APE volontario (anticipo finanziario a garanzia pensionistica),  può essere richiesto dai lavoratori dipendenti pubblici e privati, dai lavoratori autonomi e dagli iscritti alla Gestione Separata. Sono esclusi i liberi professionisti iscritti alle casse professionali.

Requisiti richiesti

Per poter accedere al prestito bancario per Ape Volontario, è necessario, al momento della richiesta, avere i seguenti requisiti:

  • avere una età minima di 63 anni;
  • aver maturato una anzianità contributiva non inferiore a 20 anni;
  • avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’AGO;
  • per i soggetti con riferimento ai quali il primo accredito contributivo decorre dal 1° gennaio 1996, avere un importo di pensione non inferiore a 1,5 volte l’importo dell’assegno sociale;
  • non essere titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità.

Chi accede alla pensione anticipata Ape Volontario, non dovrà cessare l’attività lavorativa.

Pensione anticipata Ape Volontario: costi e oneri

La pensione Ape Volontario consiste nella concessione di un prestisto erogato da soggetti finanziatori ed è assicurato contro il rischio di premorienza da imprese assicurative scelte tra quelle che aderiscono agli accordi quadro stipulati tra il ministro dell’Economia e delle Finanze e il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e, rispettivamente, l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (ANIA) e altre imprese assicurative primarie (in allegato la documentazione tecnica relativa allo scambio dati tra INPS, istituti finanziatori e compagnie assicuratrici).

Il prestito viene erogato per un minimo di sei mesi e fino al raggiungimento del diritto alla pensione di vecchiaia. Il prestito decorre dal primo giorno utile del mese successivo alla presentazione della domanda di accesso all’APE Volontario.

L’importo che si può richiedere ha un soglia minima pari a 150 euro e una soglia massima che non può superare in base alla durata dell’Ape se seguenti percentuali:

  • il 75% dell’importo mensile netto del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE, è superiore a 36 mesi;
  • l’80% dell’importo mensile netto del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è superiore a 24, è pari o inferiore a 36 mesi;
  • l’85% dell’importo mensile netto del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è compreso tra 12 e 24 mesi;
  • il 90% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è inferiore a 12 mesi.

La rata di ammortamento della quota mensile ottenibile, non può superare, sommando anche eventuali altre rate di prestiti, il 30% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, al netto di eventuali rate per:

  • debiti erariali;
  • eventuali assegni  divorzili, di  mantenimento  dei  figli  e  di  assegni  stabiliti  in  sede  di separazione tra i coniugi.

Il prestito ottenuto viene restituito in 240 rate in un periodo di 20 anni mediante una trattenuta che viene effettuata dall’Inps all’atto del pagamento dell’assegno.

Sugli interessi di finanziamento è riconosciuto un credito di imposta annua nella misura massima del 50%  dell’importo pari a un ventesimo degli interessi e dei premi assicurativi complessivamente pattuiti nei relativi contratti.

Simulatore pensione Ape Volontario

L’Inps mette a disposizione di un cittadini un servizio online per la simulazione della pensione anticipata APE Volontario.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: