Pensione anticipata alle donne: fino ad un anno in meno per ogni figlio

WhatsApp
Telegram

Un anno di anticipo sull’età di uscita per ogni figlio: la richiesta viene dai sindacati, che vorrebbero anche degli ‘scivoli’ legati ai cosiddetti ‘periodi di cura’ in cui la donna ha dovuto rinunciare al posto di lavoro o comunque ridurre l’orario, per assistere bambini o familiari con gravi problemi di salute.

Si tratterebbe quindi di rafforzare l’agevolazione che già c’è.

Riguardo alla pensione anticipata sempre per le donne, il Consiglio di Stato, infatti, ha espresso parere favorevole allo schema di decreto che permetterebbe di andare in pensione a 63 anni di età, con 20 di anzianità, con una rata sul prestito in 20 anni che si aggirerebbe intorno al 4,5-4,7 per cento. Occorre però la massima trasparenza nelle clausole contrattuali da stringere con le banche.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO