Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata a 61 e 62 anni: possibilità diverse in base ai contributi versati

WhatsApp
Telegram

Esploriamo diversi modi per accedere alla pensione anticipata analizzando i profili di alcuni nostri lettori.

La reale possibilità di anticipare la pensione non dipende tanto dall’età del lavoratore quanto dai contributi versati. Ovvio che per alcune misure, come ad esempio la quota 100 e l’Ape sociale, solo per citarne alcune, l’età è determinante. Ma senza un buon numero di anni di contributi versati l’età, da sola, permette l’accesso solo alla pensione di vecchiaia. Ed anche in questo caso è necessario aver perfezionato un certo numero di anni di contributi.

In questo articolo rispondiamo alle domande di alcuni lettori di Orizzontescuola.it che ci hanno consultato proprio per capire la proprie possibilità di pensionamento anticipato.

Pensione anticipata e contributi

  • Ho 61 anni di età  e 41, 8 mesi di contributi  versati . Quando  posso  andare in pensione ?

Avendo maturato già 41 anni e 8 mesi di contributi al suo pensionamento non manca molto.  Essendo lei uomo necessita di almeno 42 anni e 10 mesi per l’anticipo pensionistico (non rientrando per la mancanza del requisito anagrafico nella quota 100) e potrà, di fatto presentare domanda di pensione fra poco più di un anno tenendo conto anche che dal momento del raggiungimento del requisito contributivo dovrà attendere una finestra di 3 mesi per la decorrenza della pensione.

  • Buonasera, sono una infermiera che a Gennaio del 2022 compie 61 anni e arrivo a versare 38 anni e 8 mesi di contributi. A Quale versione pensionistica mi conviene accedere? Grazie Francesca

Purtroppo nell’immediato l’unica possibilità di pensionamento anticipato che ha con i suoi requisiti è rappresentata dall’opzione donna. Non rientra nella quota 100 per mancanza di requisito anagrafico e sempre per la giovane età non rientra nell’Ape sociale (ci rientra se è infermiera turnista, se la misura verrà prorogata e potrà fruirne al compimento dei 63 anni).

L’alternativa di pensionamento è attendere di maturare i 41 anni e 10 mesi di contributi richiesti alle donne per accedere alla pensione anticipata ordinaria che potrebbe centrare, quindi, fra circa 4 anni. Nel frattempo, in ogni caso, può sempre prestare attenzione alle decisioni dell’esecutivo sull’eventuale riforma pensioni attesa per il 2022.

  • Mi chiamo Ignazio  lavoro  da 31 anni presso ats Sardegna  assunto come Muratore  più ho altri anni di contributi  riscattati per un totale  di 35 anni e di anni 62 posso andare  in pensione  come  lavoratore  gravoso. Grazie 

Stante l’attuale normativa no. Se l’Ape sociale dovesse essere prorogata, come si dice, per il prossimo triennio in forma allargata e coinvolgendo più categorie, al compimento dei 63 anni potrebbe accedere al pensionamento con questa misura come lavoratore gravoso (avendo maturato anche, al compimento di tale età, i 36 anni di contributi che oggi vengono richiesti ai lavoratori gravosi). In ogni caso il muratore anche in base alle categorie oggi ammesse all’Ape sociale, rientra nelle mansioni gravose, importante è che sia stato assunto come muratore per poter fruire dell’agevolazione.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti