Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata a 58 anni, in alcuni casi c’è una sola possibilità

WhatsApp
Telegram
Pensione Opzione donna

In alcuni casi il pensionamento a 58 anni prevede un’unica via con un costo abbastanza importante.

Andare in pensione prima dei 60 anni non sempre è possibile soprattutto se i contributi versati non superano i 40 anni. Ma per le lavoratrici dipendenti ed autonome il pensionamento prima dei 60 anni è possibile anche con meno di 40 anni di contributi, pagando un prezzo però.

Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Buon giorno,sono una docente della scuola dell’infanzia, ho 37 anni di contributi e 58 anni di età. Vorrei sapere quando potrò presentare domanda di pensionamento.
Ho la possibilità di usufruire della pensione anticipata?
In attesa di vostro gradito riscontro vi ringrazio anticipatamente. Buona giornata.

Pensione a 58 anni

Con 37 anni di contributi l’unica possibilità di pensionamento anticipato è rappresentata dall’opzione donna per la quale nel 2022 è prevista una ulteriore proroga che permetterà l’accesso alla quiescenza a tutte le lavoratrici che avranno raggiunto i requisiti di pensionamento entro il 31 dicembre 2021.

La misura, infatti, richiede 58 anni per le lavoratrici dipendenti, un anno in più per le autonome e per entrambe almeno 35 anni di contributi versati. Per poter approfittare del pensionamento anticipata in questione, però, è necessario accettare un ricalcolo interamente contributivo dell’assegno spettante cosa che, in alcuni casi, comporta una perdita di circa il 30% dell’importo spettante.

Pur essendo lei una lavoratrice gravosa come docente scuola infanzia, non può cogliere, entro breve, dei benefici riconosciuti a questi lavoratori che prevedono:

  • pensione a 63 anni con l’Ape sociale, ma per questa misura è prevista una proroga che la lascerà in vigore solo fino al termine del 2022;
  • pensione quota 41 che, però, richiede anche l’appartenere alla categoria del lavoratori precoci e l’aver versati, dei 41 anni di contributi richiesti, almeno 12 mesi prima del compimento dei 19 anni;
  • pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi in presenza di almeno 30 anni di contributi versati.

In ogni caso, se non volesse cogliere l’opportunità dell’opzione donna perchè la considera troppo penalizzante, l’alternativa sarebbe quella di raggiungere i 41 anni e 10 mesi di versamenti (fra circa 5 anni) per poter accedere alla pensione anticipata ordinaria prevista dalla legge Fornero.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO