Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione anticipata 2022, con quali requisiti sarà possibile il prossimo anno?

WhatsApp
Telegram

Quali sono i requisiti necessari dal 2022 per poter accedere alla pensione anticipata?

Per accedere al pensionamento anticipato è necessario essere in possesso di precisi requisiti, alcune misure richiedono sia quelli contributivi che quelli anagrafici, altre solo quelli contributivi. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno,le porgo un quesito,non chiaro. Ho 61 anni e 37 di contributi. Dipendente pubblico. Cosa posso attuare,senza rimetterci tanto,se chiedessi di andare in pensione fra un anno? Qual è la richiesta fattibile?

Pensione anticipata 2022

Il 31 dicembre 2021 va in scadenza non solo la quota 100 ma anche altre due importanti misure che, se non prorogate, taglieranno fuori dal pensionamento molti lavoratori. Ovviamente ancora non si sa cosa accadrà con la riforma pensioni 2022, se sarà inserita una nuova flessibilità che prenderà il posto della quota 100, se saranno prorogate misure come l’Ape sociale e opzione donna e per questo motivo è molto difficile pianificare i pensionamenti del prossimo anno.

Possiamo basarci soltanto su quella che è l’attuale normativa e sulle misure che saremo certi resteranno in vigore. Alla luce di quanto detto nel 2022 la pensione sarà possibile in presenza dei seguenti requisiti (fermo restando che una riforma pensione potrebbe aggiungere altre misure oltre a quelle che andremo ad elencare):

  • 67 anni di età e 20 anni di contributi con la pensione di vecchiaia
  • 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne per la pensione anticipata
  • solo per i lavoratori precoci (12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni di età) che rientrano in uno dei profili di tutela (invalido, disoccupato, caregiver, gravoso e usurante) con 41 anni di contributi grazie alla quota 41 precoci
  • 64 anni di età e 20 anni di contributi necessari alla pensione anticipata contributiva a cui possono accedere solo coloro che hanno iniziato a versare i propri contributi dal 1996 e potranno vantare un assegno previdenziale pari o superiore a 2,8 volte l’assegno sociale INPS (pensione mensile di circa 1280 euro)
  • 71 anni di età ed almeno 5 anni di contributi versati a partire dal 1996 (nessun contributo prima) con la pensione di vecchiaia contributiva.

Potranno presentare domanda di pensione nel 2022 anche coloro che hanno raggiunto i requisiti della quota 100 entro il 31 dicembre 2021.

Appare chiaro che con i suoi requisiti non rientra in nessuna delle misure sopra elencate e per potersi pensionare il prossimo anno dovrebbe sperare solo che con la riforma pensioni venga inserita una flessibilità in uscita a 62 anni che non sia troppo penalizzante. In base alla normativa attuale, quindi, l’unica possibilità di pensionamento nel suo caso è al compimento dei 67 anni o al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi (se li raggiunge prima dei 67 anni di età).

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO