Pensione a riposo d’ufficio è un obbligo

di Lucrezia Di Dio

item-thumbnail

Non ci si può opporre al collocamento a riposo d’ufficio poichè l’amministrazione è obbligata a pensionare il dipendente che ha raggiunto i 65 anni e il diritto a una qualsiasi pensione senza decurtazioni.

Buongiorno,mi permetto di chiederVI  chiarimenti poichè non riesco ad avere riscontro da nessuno,

 La mia  domanda è :  compio 65 anni ad agosto 2019,di contributi non saprei di sicuro  pero’ sono entrata in ruolo  a settembre 1978  con la legge 463.

Posso andare in pensione con la legge Fornero nel 2021  all’età di 67 anni?

oppure sono obbligata dalla scuola in collocamento di ufficio ,da settembre 2019  Cosi come mi hanno accennato  tramite preavviso scritto.

(ed io sono angosciata,poichè non sono interessata alla pensione Anticipata.)-

VI ringrazio molto per la cortese attenzione.

e resto in attesa di un Vs riscontro

Il collocamento a riposo d’ufficio nella pubblica amministrazione è obbligatorio al compimento dei 65 anni del dipendente quando quest’ultimo ha maturato un qualsiasi diritto alla pensione.

Se le è stato comunicato tramite preavviso scritto  che sarà collocata in pensione d’ufficio a settembre 2019 è perchè, dopo la riforma della pubblica amministrazione con il Dl 90/2014 gli enti pubblici non possono più mantenere in servizio oltre il limite ordinamentale dei 65 anni il personale che ha raggiunto il diritto ad una qualsiasi forma di pensione che non preveda decurtazioni sull’assegno pensionistico (penalizzazioni).

Tale limite può essere superato solo per consentire al lavoratore il perfezionamento del diritto ad una prestazione pensionistica.

Non può, quindi, attendere il compimento dei 67 anni nel 2021 per accedere alla pensione di vecchiaia come desidera, ma deve accedere alla pensione anticipata così come predisposto dalla scuola.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: