Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione a 64 anni senza 38 anni di contributi, quali possibilità?

WhatsApp
Telegram

Non solo con la quota 102 si accede alla pensione con 64 anni di età. Ci sono altre misure che lo permettono ma attenzione ai requisiti che chiedono.

Anche per chi non riesce a raggiungere nel 2022 i 38 anni di contributi è possibile accedere alla pensione anticipata, ma solo in determinati casi. Scopriamone uno rispondendo alla domanda di una nostra lettrice che ci scrive:

Gentile, sono un insegnante di scuola Primaria. Sono entrata in ruolo nel 94 dopo circa 3 anni di servizio preruolo.
Compirò 64 anni il prossimo dicembre. 
Gradirei sapere che possibilità ho di andare in pensione. 
Grazie 
Distinti Saluti 

Pensione a 64 anni

Quando si parla di pensione a 64 anni la prima misura che viene in mente è la quota 102. Che però richiede 38 anni di contributi. Ma è possibile, dopo aver compiuto i 63 anni accedere anche ad un’altra forma di pensionamento, ovvero l’Ape sociale. Per farlo è necessario aver maturato 30, 32 o 36 anni di contributi.

Nel suo caso, essendo insegnante della scuola primaria e rientrando nei cosiddetti lavori gravosi, la pensione con l’Ape sociale, richiede oltre ai 63 anni di età anche almeno 36 anni di contributi. Che purtroppo, anche tenendo conto dei 3 anni di pre ruolo, lei non raggiunge se non dopo 5 anni, quando ormai ha abbondantemente centrato la pensione di vecchiaia.

Non può neanche ambire alla pensione anticipata contributiva per la quale sono necessari 64 anni di età e 20 anni di contributi, perchè la misura richiede che tutti i contributi siano stati versati nel sistema contributivo e, quindi, solo dopo il 1996. Avendo contributi versati anche prima di tale data, quindi, neanche questa misura è percorribile per lei.

L’unica alternativa che le resta è quella di attendere la prossima Legge di Bilancio che dovrebbe contenere qualche novità a livello previdenziale. Dal 1 gennaio 2023, infatti, dovrebbe esserci qualche novità in ambito pensionistico e non escludo che possa permetterle di accedere alla quiescenza anticipata. Se così non fosse, suo malgrado, dovrà attendere il compimento dei 67 anni per lasciare il lavoro e accedere alla pensione di vecchiaia.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

TFA sostegno VIII ciclo: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove