Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione a 64 anni con 20 anni di contributi, una misura che non spetta a tutti

Stampa

La pensione a 64 anni con soli 20 anni di contributi è una misura riservata davvero a pochissimi lavoratori, vediamo il perchè.

Buongiorno, ho letto su internet che è possibile accedere alla pensione anticipata al compimento dei 64 anni e con soli 20 anni di contributi. Io compio i 64 anni il prossimo anno e sono in possesso di 23 anni di contributi. Vorrei sapere come si chiama la misura e quando devo presentare domanda per poter andare in pensione.

Una misura che permette il pensionamento al compimento dei 64 anni e con soli 20 anni di contributi esiste e si chiama pensione anticipata contributiva. Ma non sono solo i contributi e l’età i requisiti richiesti per l’accesso.

La misura, infatti, essendo contributiva richiede che tutti i contributi versati dal lavoratore siano stati accreditati successivamente al 1995 (a partire dal 1 gennaio 1996). In alternativa è possibile accedervi anche per chi ha una posizione aperta nella Gestione Separata INPS.

La Gestione Separata, infatti, prevede calcolo interamente contributivo dell’assegno previdenziale e proprio per questo motivo, richiedendo un computo nella Gestione Separata è possibile accedere alla pensione anticipata contributiva.

Ma non basta: è richiesto, inoltre, che il primo assegno previdenziale liquidato sia pari a 2,8 volte l’assegno sociale INPS, che per il 2020 ha un importo mensile pari a 459 euro circa.

Per poter avere diritto, quindi, alla pensione a 64 anni con almeno 20 anni di contributi è necessario aver iniziato a lavorare a partire dal 1996 (o di avere una posizione aperta nella Gestione Separata) ma anche che la propria carriera, seppur breve, abbia previsto retribuzione abbastanza alte da garantire un assegno previdenziale mensile di almeno 1280 euro.

Si comprende, quindi, che si tratta di una misura molto vantaggiosa, visto che permette di anticipare, a parità di contributi versati, la pensione di vecchiaia di almeno 3 anno ma che, purtroppo, non permette l’accesso ad una platea molto vasta di lavoratori avendo requisiti di ingresso così restrittivi.

Per rispondere alla sua domanda, quindi, se non ha nessun contributo versato prima del 1996 (o se ha una posizione aperta nella Gestione Separata), se le spetterà un assegno pari a 2,8 volte l’assegno sociale INPS, essendo in possesso degli altri requisiti, certamente al compimento dei 64 anni potrà accedere alla pensione con questa misura.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili