Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione a 63 anni nel 2023: chi potrà andarci?

WhatsApp
Telegram

Pensione con Ape sociale, per ora consentita solo a chi raggiunge i requisiti nel 2022.

La pensione a 63 anni concessa dall’Ape sociale è sicuramente uno scivolo pensionistico allettante. Andare in pensione a 63 anni con 30, 32 o 36 anni di contributi, sicuramente è molto più facile che collezionare un numero superiore di anni di versamenti. Anche se l’Ape sociale pone paletti in altro modo, ovvero consentendo l’uscita solo a coloro che rientrano in uno dei profili di tutela. Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice che ci chiede:

Ho compiuto i 63 anni il mese scorso e sono disoccupata dopo licenziamento. Sto fruendo della Naspi da quasi due anni, ma la misura finirà solo a gennaio 2023. Rientro nella possibilità di accedere alla pensione con l’Ape sociale visto che rientro nel profilo dei disoccupati ed ho raggiunto il requisito contributivo?

Ape sociale nel 2022 o nel 2023?

Pur avendo compiuto i 63 anni nel 2022 non rientra nel diritto all’Ape sociale quest’anno. Lei i requisiti per accedere alla misura li raggiunge solo il prossimo anno perchè l’Ape sociale, per i disoccupati, chiede che sia stata fruita l’intera Naspi spettante. E lei questo requisito lo raggiunge solo nel 2023.

Il 31 dicembre 2022 l’attuale proroga dell’Ape sociale scade, e se non verrà rinnovata la misura non potrà più essere utilizzata da coloro che raggiungono i requisiti di accesso il prossimo anno. Deve attendere, quindi, e sperare che uno degli interventi del nuovo esecutivo per poter accedere al pensionamento il prossimo anno. In alternativa, invece, dovrà attendere il compimento dei 67 anni per potersi pensionare con la misura di vecchiaia o, ancora, verificare se la nuova misura di flessibilità in uscita che sarà introdotta le permetta la quiescenza prima.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur