Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione a 63 anni, ecco quando è possibile

Stampa

Per chi rientra in determinati profili di tutela è possibile accedere alla pensione con l’Ape sociale al raggiungimento dei 63 anni.

In alcuni casi, anche se non si possiedono moltissimi anni di contributi è possibile anticipare la pensione soprattutto se si appartiene ad uno dei profili tutelati dalla pensione con Ape sociale. Cerchiamo di capire se è possibile l’anticipo per una lavoratrice del pubblico impiego rispondendo alla domanda di una lettrice che ci chiede:

Buona sera sono un medico dipendente di una asp siciliana. Ho 63anni e lavoro da dicembre 1990. Quindi trenta anni di contributi. Sono caregiver di mio marito con legge 104 art 3c3 da oltre dodici anni. C’è possibilità di andare in pensione prima dei 67anni. Purtroppo non ho riscattato ne laurea ne specializzazione. Grazie.

Pensione a 63 anni

Per tutti coloro che rientrano nei profili di tutela previsti dalla normativa è possibile accedere alla pensione al compimento dei 63 anni di età con 30 o 36 anni di contributi.

Il profilo del caregiver che si prende cura di un familiare convivente con grave handicap ai sensi della legge 104 è ricompreso nella pensione APe sociale e richiede almeno 30 anni di contributi versati.

Nel suo caso,  se lavora da dicembre 1990 ha raggiunto i 30 anni di contributi richiesti per accedere all’Ape sociale lo scorso dicembre e prendendosi cura di suo marito da oltre 12 anni rientra nel profilo del caregiver. Le raccomando solo di presentare domanda di riconoscimento del beneficio entro novembre, ultima chiamata per il 2021, visto che in ogni caso l’attuale proroga dell’Ape scade il 31 dicembre 2021.

E’ pur vero che si vocifera che la misura potrebbe essere prorogata anche per il prossimo anno, ma non avendone la sicurezza assoluta le conviene cogliere questa ultima occasione offerta a chi rientra nei requisiti richiesti dalla misura nel 2021.

Le ricordo, infine, che la pensione spettante verrà erogata nel limite economico dei 1500 euro al mese per 12 mensilità; se l’assegno maturato dovesse essere più alto verrà poi ricalcolato al momento dell’accesso alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67, quando sarà necessario produrre nuova domanda di accesso all’INPS.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur