Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensionamento anticipato PA: quando domanda e quanto preavviso?

Stampa

Quando quota 100 e pensione di vecchiaia coincidono quale scelta conviene fare?

Per accedere alla pensione quota 100 per i dipendenti della pubblica amministrazione ci sono regole diverse. La finestra di attesa per i dipendenti del settore privato è di 3 mesi, per quelli del pubblico impiego, invece, è di 6 mesi, ma non basta.

Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice che ci chiede:

Ho 66 anni compiuti il 10/3 e 40 anni di contributi lavoro nella pa. Quando posso andare in pensione? E quando il preavviso? Grazie mille.

Pensionamento anticipato

Nel suo caso l’unica possibilità di anticipare la pensione di vecchiaia (escludendo l’opzione donna, penalizzante) è con la quota 100 a cui ha diritto di accedere da diversi anni. Ha raggiunto abbondantemente i requisiti richiesti dalla misura di 62 anni di età e 38 anni di contributi e, quindi, in qualsiasi momento potrebbe decedere di pensionarsi con essa.

Ai dipendenti pubblici che intendono pensionarsi con la quota 100 è imposto un doppio obbligo: una finestra di 6 mesi di attesa per la decorrenza della pensione dal raggiungimento dei requisiti, che nel suo caso è abbondantemente decorsa, e un preavviso di 6 mesi all’amministrazione di appartenenza.

Pur presentando ora, quindi, domanda di pensione con quota 100, dovrebbe attendere che decorrano i 6 mesi di preavviso alla sua amministrazione per poter accedere e questo porterebbe il suo ipotetico pensionamento anticipato a slittare al 1 aprile 2022.

Compiendo, però, i 67 anni a marzo 2022, avrebbe diritto, sempre dal 1 aprile anche alla decorrenza della pensione di vecchiaia e proprio per questo motivo appare inutile avviare pratiche per la quota 100.

Al compimento dei 67 anni la sua amministrazione, poi, è obbligata a collocarla a riposo d’ufficio e proprio per questo motivo neanche è dovuto un preavviso.

Le consiglio, in ogni caso, di informarsi presso la sua amministrazione circa 6 mesi prima del 1 aprile per capire se è stato previsto il collocamento a riposo d’ufficio ricordandole che dovrà, però, presentare lo stesso domanda di pensione all’INPS (qualche mese prima della decorrenza della stessa) per farsi liquidare il trattamento previedenziale.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur