Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Penna rossa o blu, ecco quella verde che sottolinea le frasi corrette o significative. Sui social è dibattito: “Si incentivano gli studenti a migliorare”

WhatsApp
Telegram

Nel panorama educativo contemporaneo, emerge una tendenza innovativa: l’utilizzo della penna verde per correggere i compiti in classe. L’approccio rappresenta un cambiamento significativo nella valutazione scolastica.

Su TikTok, il post di un’insegnante ha fatto discutere. La docente sottolinea l’importanza di riconoscere non solo gli errori ma anche gli aspetti positivi nei lavori degli studenti: “Per chi crede che ciò significhi sottolineare tutto ciò che non è errore, in realtà non funziona così: si sottolineano solo quelle frasi, quegli aggettivi o parole particolarmente corrette o significative.”

L’adozione del verde, ispirata dal metodo del linguista italiano Luca Serianni, non è solo una scelta cromatica, ma simboleggia un cambio di paradigma nell’educazione. Tradizionalmente, il sistema educativo si è focalizzato su ciò che manca o su ciò che deve essere corretto, spesso trascurando di valorizzare ciò che gli studenti fanno bene. Il verde mira a riequilibrare questa visione, fornendo agli studenti una percezione più bilanciata del proprio progresso, evidenziando sia le aree di miglioramento che i successi.

Il nuovo approccio non è limitato alla mera valutazione; rappresenta un metodo educativo che fornisce un feedback costruttivo, incentivando gli studenti a perseguire una direzione positiva. È cruciale che questo feedback sia motivato e condiviso, per assicurare che sia significativo e trasformativo.

Sebbene la “penna verde” rappresenti una notevole innovazione metodologica, è fondamentale che il suo utilizzo sia dotato di reale sostanza. In un mondo educativo in rapida evoluzione, dove gli educatori sono costantemente sfidati a bilanciare le esigenze di una società in continuo cambiamento, è essenziale che il feedback fornito sia genuino e utile.

La sfida, quindi, non risiede solo nell’adottare il verde come strumento di feedback, ma nel garantire che tale feedback sia effettivamente efficace e benefico per lo sviluppo degli studenti. La “penna verde” potrebbe essere una rivoluzione nell’approccio educativo, o potrebbe rischiare di diventare un simbolo senza sostanza in un contesto già saturo di simboli. Il futuro dell’educazione dipenderà dalla capacità degli insegnanti di implementare questa metodologia in modo significativo e trasformativo.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri