Pedica (PD) all’attacco: “Il 7 gennaio non si possono aprire le scuole, Azzolina è l’unica che non lo capisce”

WhatsApp
Telegram

”Il 7 gennaio la scuola non può riaprire, visto il numero dei contagi, ma Azzolina è l’unica che non lo capisce”. Così inizia la nota del deputato del Partito Democratico, Stefano Pedica.

“Le entrate scaglionate non risolvono il problema. C’è poi la questione dei trasporti, per i quali dopo mille promesse, a partire dalla  ministra De Micheli, nulla è stato fatto. Non basta fare promesse e  spot, servono i fatti. Bisogna fare un lockdown serio non un tira e  molla perché o c’è volontà di sconfiggere il virus o l’Italia crolla.  Bisogna fare più vaccini al giorno altrimenti di questo passo si  finirà tra 10 anni. Insomma serve un programma certo. Quello che questo governo al momento non sembra fornire”. 

Nuovo DPCM, il governo pensa ad un provvedimento ponte fino al 15 gennaio. Riunione con le Regioni in serata

Riapertura scuole il 7 gennaio, il fronte dei no aumenta. Crepe anche nella maggioranza. L’ombra del rinvio sempre più viva

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur