PD no a delega riforma organi collegiali, M5S libri gratis per i BES. DDL semplificazione, emendamenti su scuola

di
ipsef

dp – Tra gli altri emendamenti: delega al Governo in materie di corsi di primo soccorso (le scuole dovranno attrezzare laboratori con manichini; massimo 12 alunni per le pluriclassi; e modifiche agli attestati degli apprendimenti. Nel frattempo passa nella Legge di stabilità emendamento 8×1000 a favore dell’edilizia scolastica.

dp – Tra gli altri emendamenti: delega al Governo in materie di corsi di primo soccorso (le scuole dovranno attrezzare laboratori con manichini; massimo 12 alunni per le pluriclassi; e modifiche agli attestati degli apprendimenti. Nel frattempo passa nella Legge di stabilità emendamento 8×1000 a favore dell’edilizia scolastica.

Riforma organi collegiali

Con il Disegno di Legge sulla semplificazione ritorna, come già anticipato da OrizzonteScuola.it, la delega al Governo su alcune materie relative all’istruzione, ma ridimensionate rispetto ad un precedente progetto. Un emendamento a firma Puglisi, Di Giorgi, Idem, Marcucci, Martini, Mineo, Tocci, Zavoli, chiede una ulteriore riduzione del campo d’azione con la soppressione della delega sulla riforma degli organi collegiali (Collegio docenti, Consigli d’Istituto, CNPI etc). Se l’emendamento venisse accettato, resterebbe la delega solo per la semplificazione normativa.

Iscriviti alla nostra FanPage di FaceBook Info in tempo reale

Delega al Governo in materia di corsi di primo soccorso nelle scuole primarie, secondarie di primo grado

L’emendamento prevede che i corsi di primo soccorso devono riguardare gli alunni della primaria e secondaria di I grado, devono essere suddivisi per argomenti, con parti teoriche, eventualmente integrate da parti pratiche, e sono effettuati con l’ausilio di materiale didattico su supporto informatico (DVD), allo scopo di fornire agli studenti un’istruzione omogenea. Le attività didattiche di primo soccorso possono essere proposte anche attraverso giochi, proiezione di diapositive e simulazioni di emergenze con approccio alle tecniche rianimatorie.

Per l’espletamento delle attività, gli istituti di scuola primaria e secondaria di primo grado dovranno dotarsi di un laboratorio multimediale attrezzato con manichini, in numero non inferiore a uno ogni due allievi partecipanti alla seduta di addestramento, e attrezzato, altresì, per la proiezione di filmati di assistenza alle manovre rianimatorie allo scopo di guidare gli alunni.

Gli insegnanti avranno un ruolo attivo, dovranno tenere le lezioni, ma la consulenza tecnica per la parte sanitaria, la formazione e la supervisione degli insegnanti che assistono gli alunni nei corsi, sono affidate a personale del servizio di emergenza territoriale 118, in possesso di curriculum idoneo all’insegnamento dell’emergenza medica. A tal fine, le istituzioni scolastiche stipulano apposite convenzioni con i servizi di emergenza territoriale 118.

Attestati degli apprendimenti

Un emendamento presentato dai senatori Fucksia, Taverna, Romani, Simeoni, Bencini, Bocchino, Blundo, Morra, Catalfo, Crimi, Campanella chede che a partire dal 1º ottobre 2014, gli istituti di istruzione, professionali e universitari rilascino agli allievi equiparati ai lavoratori gli attestati di frequenza e di superamento delle verifiche degli apprendimenti ai corsi di formazione generale e specifica. Gli attestati sono rilasciati su richiesta dell’allievo, anche ai fini della consegna alle aziende che intendano attivare contratti di lavoro, sia di assunzione, sia di tirocinio, stage o altra tipologia ammessa dalla legge. A questo fine, gli attestati rilasciati dagli Istituti costituiscono, per le parti conformi, credito formativo ai fini della non ripetitività della formazione prevista dal presente decreto a carico dei datori di lavoro che attivano i contratti di lavoro. Gli istituti garantiscono la formazione degli allievi nell’ambito dei percorsi curriculari degli allievi, nella normale attività didattica e senza costi aggiuntivi’’»

12 alunni per le pluriclassi

Un emendamento Bignami, Bocchino, Serra, Montevecchi, Crimi, Campanella chiede l’adozione di misure adeguate a ripristinare la composizione massima di dodici alunni nelle pluriclassi della scuola elementare, così come previsto nell’articolo 15, comma 1, del decreto ministeriale 24 luglio 1998, n. 331, al fine di individuare soluzioni adeguate a ciascuna realtà scolastica e offrire un ambiente favorevole alla crescita e al processo di formazione evolutivo degli studenti.

Libri per alunni BES

Sempre un emendamento M5S, di Bignami, Serra, Bocchino, Montevecchi, Catalfo, Crimi, Campanella prevedere misure volte a favorire l’adozione gratuita nelle scuole primarie di libri di testo nella versione digitale o mista, adeguati alle esigenze degli alunni diversamente abili, in particolare per le categorie DSA (disturbi specifici di apprendimento) e BES (bisogni educativi speciali).

Passiamo alla Legge di Stabilità e all’emendamento M5S che vuole destinare l’8×1000 agli edifici scolastici.

L’emendamento è stato approvato, si tratta del 1.1044 che permette di destinare la denuncia dei redditi anche alla "ristrutturazione, miglioramento, essa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblici adibiti all’istruzione scolastica"

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare