Da PCI e FGCI no al barbaro rito dell’Invalsi

WhatsApp
Telegram

Dichiarazione di Luca Cangemi e Salvatore Ferrario, responsabili nazionali scuola del Partito Comunista Italiano e della Federazione Giovanile Comunista Italiana.

Il 3 e 9 Maggio la scuola italiana verrà sottoposto al barbaro rito dell’INVALSI. I quiz INVALSI, di cui i recenti decreti attuativi della 107 aumentano ancora il peso condizionante, nulla hanno a che vedere con l’apprendimento ma sono uno strumento improprio ed ingiusto, per classificare studenti, docenti ed interi istituti con lo scopo di individuare scuole di serie A e di serie B, uno strumento che inquina profondamente la vita della scuola e l’attività didattica.-hanno dichiarato Luca Cangemi e Salvatore Ferraro, responsabili nazionali scuola del PCI e della FGCI.

ll PCI e la FGCI denunciano questa umiliazione della scuola statale, per la quale, anche quest’anno, saranno sprecate montagne di soldi dei cittadini. Saremo in piazza e davanti agli istituti con il sindacalismo di base, con i collettivi e le associazioni degli studenti per contestare la prove INVALSI e per ribadire il no alla scuola renziana, recentemente completata dai provvedimenti del governo Gentiloni. -hanno concluso Cangemi e Ferraro

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao