Patto per l’istruzione, Pacifico (Anief): “La scuola torna al centro. Reclutare subito tutti i docenti precari” [VIDEO INTERVISTA]

Stampa

A Palazzo Chigi la firma del Patto dell’Istruzione fra il Governo e le organizzazioni sindacali. Intervista video a Marcello Pacifico, presidente Anief, a cura della nostra inviata Elisabetta Tonni.

Finalmente la scuola è tornata al centro. Rispetto al testo iniziale siamo riusciti ad inserire degli impegni sul precariato, sulle risorse del contratto e sulla mobilità“, dice Marcello Pacifico a proposito della firma del Patto per l’Istruzione.

“Bisogna affrontare il tema del precariato subito, già con il decreto sostegni bis, solo che bisogna modificare alcune parti. Dunque bisogna reclutare tutti i precari della scuola italiana, quelli delle graduatorie delle supplenze, in prima e seconda fascia, i docenti di religione cattolica e quelli in graduatorie di istituto”, prosegue il sindacalista.

Per quanto riguarda le classi pollaio, si tratta di un “tema presente all’interno del dimensionamento scolastico, con l’impegno da parte del Governo di a rivedere il rapporto alunni/insegnanti anche alla luce del calo di iscrizioni. Questo è il momento giusto per agire

Per quanto riguarda gli ATA, Pacifico spiega: “Gli Ata hanno subito tanto in questi anni. Dobbiamo fare in modo che i personale Ata sia il punto di partenza. Dobbiamo rivedere i livelli e profili professionali. E trovare una soluzione per i facenti funzione Dsga“, conclude.

Patto per la scuola, oggi la firma a Palazzo Chigi: stipendi, reclutamento, formazione docenti e ATA, meno alunni per classe. Tutti i punti

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur