Pasto domestico a scuola, Miur fornisce indicazioni alle Scuole e intanto ricorre in Cassazione

WhatsApp
Telegram

Il  Miur, con nota n.  348  del 03/03/2017, ha fornito indicazioni relative al consumo a scuola del pasto domestico, diritto questo riconosciuto dai tribunali a partire dal mese di giugno, primo fra tutti il tribunale di Torino.

L’amministrazione comunica di aver posto in essere le iniziative necessarie a presentare ricorso contro le sentenze dei Tribunali.

Il Miur, inoltre, informa che è in corso di costituzione un tavolo tecnico con il Ministero della Salute, finalizzato all’aggiornamento delle Linee Guida sulla ristorazione scolastica.

Quanto alle indicazioni, relative al consumo a scuola del pasto domestico, il Ministero:

  • afferma che saranno le scuole a valutare, per gli aspetti di loro competenza, le soluzione più idonee a far consumare agli allievi il pasto domestico, assicurando la tutela delle condizioni igienico-sanitarie e il diritto alla saluta;
  • raccomanda agli UUSSRR di supportare le scuola al fine di evitare situazioni critiche;
  • indica che si deve evitare la possibilità di scambio di alimenti, al fine di evitare eventuali contaminazioni;
  • indica di adottare misure analoghe a quelle adottate nei casi di consumo di pasti speciali;
  • suggerisce alle scuole di chiedere il supporto del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, operanti presso le ASL;
  • raccomanda agli UUSSRR di mantenere rapporti costanti con le scuole, per evitare che ci si discosti dalle pronunce della Magistratura;
  • raccomanda agli UUSSRR di favorire l’interlocuzione delle scuole con le famiglie, accogliendone richieste e segnalazioni per contemperare le esigenze di tutti gli alunni, e la collaborazione con gli enti locali responsabili dell’erogazione e della gestione del servizio mensa.

Il Miur afferma, infine, che gli UUSSRR saranno tenuti informati sugli sviluppi della vicenda e sull’esito dei ricorsi proposti in cassazione.

nota

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur