Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Passaggio di cattedra: si può chiedere sia in ambito provinciale che interprovinciale se il docente non è nel vincolo triennale

Stampa

Le preferenze esprimibili nel passaggio di cattedre possono essere sia provinciali che interprovinciali. Può presentare domanda solo il docente in possesso dei requisiti e senza vincoli

Una lettrice ci scrive:

Sono un’insegnante di scuola secondaria di secondo grado che vorrebbe insegnare nella scuola secondaria di secondo grado effettuando il  passaggio di cattedra.
La mia domanda è:
Posso inoltrare la domanda per passaggio di cattedra (diversa classe di concorso in cui sono abilitata) oltre che nella provincia in cui sono attualmente presente, anche in un’altra? Chiedo ciò poiché quest’anno ho partecipato alla mobilità e sono stata soddisfatta su richiesta analitica.

Il passaggio di cattedra è un movimento che rientra nella mobilità professionale, con il quale si chiede una classe di concorso diversa da quella di titolarità, sempre nello stesso grado di istruzione.

Quali requisiti

Per chiedere passaggio di cattedra è necessario aver superato l’anno di prova e possedere l’abilitazione necessaria per il passaggio richiesto

Per partecipare alla mobilità, chiaramente il docente non deve essere interessato da alcun vincolo temporale nella scuola di titolarità

Quali preferenze

Le preferenze esprimibili, per un totale massimo di 15, possono essere di tipo analitico (specifica scuola) e di tipo sintetico (codice comune, distretto e/o provincia) sia per il passaggio provinciale che interprovinciale. Nella stessa domanda, quindi, possono essere espresse preferenze per una o più province differenti.

Conclusioni

La nostra lettrice potrebbe, quindi, chiedere il passaggio di cattedra sia nella provincia di titolarità che in altra provincia, se, però, non avesse il vincolo triennale nella scuola di titolarità.

Il vincolo triennale, infatti, obbliga il docente a rimanere per un triennio nella scuola ottenuta con la mobilità volontaria e non consente di partecipare alla mobilità per qualsiasi tipologia di movimento.

Avendo ottenuto nel corrente anno scolastico il movimento volontario richiesto con preferenza analitica, la nostra lettrice dovrà rimanere nella scuola per tre anni senza poter partecipare alla mobilità prima di aver superato il vincolo temporale

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorsi ordinari docenti entro il 2021. Preparati con CFIScuola!