Passaggio di cattedra: preferenze anche per 15 scuole di province diverse

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Nella domanda di passaggio di cattedra le preferenze analitiche devono essere di una sola provincia? Si possono chiedere anche scuole di diverse province?

Un lettore ci scrive:

“Ai fini del passaggio di cattedra, vorrei sapere se sarà possibile inserire nella domanda di trasferimento fino a 15 scuole appartenenti a diverse province (non più ambiti?) oppure se dovranno far parte della stessa provincia”

Le preferenze esprimibili nella domanda di mobilità sono disciplinate dal CCNI e le regole stabilite sono valide sia per la mobilità territoriale che professionale

Quante e quali preferenze

Esplicite indicazioni vengono fornite nell’art.6 comma 1 del CCNI dove si stabilisce quanto segue:

Ciascun docente potrà esprimere con un’unica domanda fino a quindici preferenze indicando le scuole, ovvero un codice sintetico (comune o distretto) sia per la mobilità intraprovinciale che per quella interprovinciale; in tale ultimo caso sarà possibile esprimere anche codici sintetici di una o più province

Nessuna distinzione tra trasferimento e passaggio: sempre 15 preferenze

Nella domanda di trasferimento, così come nella domanda di passaggio, sia di cattedra che di ruolo, le regole sono le stesse e il docente potrà esprimere fino a 15 preferenze in ogni domanda.

Potrà scegliere liberamente se indicare preferenze analitiche e/o sintetiche per un totale complessivo di 15, senza nessun vincolo in relazione alla provincia in cui risultano ubicate le scuole richieste.

Non è più prevista, invece, per il prossimo anno scolastico, la preferenza su ambito territoriale

Conclusione

Il nostro lettore potrà, quindi, chiedere, nella domanda di passaggio di cattedra,  scuole, distretti, comuni o province e le scuole richieste potranno essere ubicate nella stessa provincia o anche in province diverse

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads