Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Passaggi di ruolo: con quale ordine vengono disposti

Stampa

I passaggi di ruolo vengono disposti successivamente ai trasferimenti.  L’ordine delle operazioni è indicato nell’Allegato 1 del CCNI

Un lettore ci scrive:

I passaggi di ruolo sono prioritari rispetto agli altri movimenti?”

I passaggi di ruolo rientrano nella mobilità professionale insieme ai passaggi di cattedra e vengono disposti successivamente ai trasferimenti.

Alla mobilità professionale è riservata, per il prossimo anno scolastico una precisa aliquota calcolata sui posti rimasti disponibili dopo i trasferimenti provinciali. Dei posti residui il 50 % è destinato alle immissioni in ruolo, il 40% ai trasferimenti interprovinciali e il 10% alla mobilità professionale sia provinciale che interprovinciale

L’ordine delle operazioni è indicato nella sequenza operativa dei movimenti, inserita nell’Allegato 1 del CCNI sulla mobilità.

Per maggiore precisione è necessario distinguere i movimenti provinciali da quelli interprovinciali, che rientrano entrambi nella III fase

Passaggio di ruolo provinciale

Questo movimento interessa la provincia di titolarità del docente e viene disposto successivamente ai trasferimenti provinciali e ai passaggi di cattedra provinciali.

Vengono disposti prima i movimenti dei beneficiari della precedenza prevista al punto I) dell’art.13 del CCNI e, a parità di precedenza, si dispongono prima i passaggi di cattedra

In assenza di precedenza i passaggi di ruolo dei docenti titolari in provincia che non usufruiscono di alcuna precedenza rientrano nell’operazione identificata con la lettera h) della sezione I della III fase, movimenti preceduti dai passaggi di cattedra dei docenti titolari in provincia che non usufruiscono di alcuna precedenza, che sono interessati dall’operazione g)

Passaggio di ruolo interprovinciale

Questo movimento interessa una provincia diversa da quella di titolarità del docente e viene disposto successivamente ai passaggi di cattedra e di ruolo provinciali e ai trasferimenti interprovinciali

Per la mobilità professionale interprovinciale, nella sequenza operativa non è prevista la distinzione indicata per  la mobilità professionale provinciale e i passaggi di cattedra e di ruolo interprovinciali vengono disposti in un’unica operazione della sezione II della III fase, identificata con la lettera c):

c) passaggi di cattedra e di ruolo interprovinciali dei docenti che non usufruiscono di alcuna precedenza [….]

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur