PAS: precedenza a docenti con nessuna abilitazione e chi ha sospeso frequenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

PAS e concorso straordinario scuola secondaria: pronto il decreto che li introduce nel ginepraio della normativa scolastica. Alcune precisazioni. 

Tutti i docenti con requisiti potranno frequentare il PAS

Il PAS – Percorso Abilitativo Straordinario – è una misura unica, sarà attivata solo una volta, entro il 2019. Tuttavia le Università, per dare la possibilità a tutti i docenti con i requisiti di accedere, potranno organizzare la didattica in più cicli.

Ci sarà un apposito decreto con il quale si stabilirà numero di partecipanti per regione e Ateneo.

Requisiti di accesso al PAS

3 anni di servizio negli ultimi otto (quindi entro 2018/19), svolti indifferentemente nella scuola statale, paritaria, nei centri di formazione relativamente ai corsi per l’obbligo scolastico. Non serve l’anno di servizio specifico

Ordine di accesso

Vi sarà un ordine minimo di accesso

Qualora le richieste dei docenti siano superiori alla effettiva disponibilità dell’Ateneo, avrà diritto all’accesso con precedenza il docente che non ha nessuna abilitazione rispetto a chi chiede una ulteriore abilitazione. Avranno precedenza anche docenti che hanno sospeso la frequenza di precedenti corsi di abilitazione per malattia o maternità.

Il PAS è a pagamento

Ricordiamo che trattandosi di un corso universitario i costi della frequenza sono a carico dei docenti che richiederanno di partecipare.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione