PAS per docenti di infanzia e primaria che vogliono abilitarsi per la scuola secondaria: ultimo atto per la fase transitoria

WhatsApp
Telegram

Docenti ingabbiati tornano a farsi sentire! Sono quegli insegnanti di ruolo della scuola dell’infanzia e della scuola primaria che pur in possesso dei titoli adeguati, non possono abilitarsi nelle classi di concorso di riferimento in quanto è loro preclusa non solo la possibilità di partecipare al concorso ma anche di abilitarsi attraverso i PAS.

L’atto AG n.377 del quale relatore è l’On. Martini se da un lato parla chiaro,  risolverebbe solo il caso dei docenti di ruolo ingabbiati della scuola secondaria. Nulla dice per i docenti della scuola dell’infanzia e della primaria, quanto meno risulta essere ambiguo.

Infatti questi docenti secondo la lettura della bozza (art.1), continuano a non avere possibilità di abilitarsi in altre classi di concorso in quanto parla chiaramente della scuola secondaria. Per costoro l’unica strada potrebbe essere il TFA, ma il Governo ha detto esplicitamente che per il personale non abilitato è prevista “ l’attivazione di un terzo [e si suppone ultimo] ciclo di tirocinio formativo attivo, sia pure limitatamente alle classi di concorso e tipologie di posto per le quali sono esaurite le graduatorie ad esaurimento provinciali” .

Questo preclude definitivamente qualsivoglia strada per l’abilitazione dei docenti di ruolo della scuola dell’infanzia e della scuola primaria e che sfortunatamente si trovano in classi di concorso ancora non esaurite delle GAE.

Il problema dei docenti ingabbiati riguardava inizialmente anche i docenti di ruolo delle scuole secondarie che volevano abilitarsi in altre classi di concorso ma questo è stato affrontato e risolto dal Governo all’art. 4, comma 3, infatti si prevede: “l’organizzazione di specifiche attività formative riservate a docenti di ruolo in servizio volte a consentire l’insegnamento anche in classi disciplinari affini o di modificare la classe disciplinare di titolarità, sulla base delle norme e nei limiti previsti per la mobilità professionale”.

E’ proprio per questo che risulta illogico lasciare fuori dai percorsi abilitanti gli insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria in possesso dei titoli idonei alla frequenza di percorsi abilitanti perchè, fra l’altro, lesivo del diritto all’avanzamento di carriera dei docenti nel passaggio ad altro ordine di scuola.

Per tale motivo il comitato chiede che nel parere finale che dovrà essere espresso dalla settima commissione sull’AG 377 venga inserita la seguente condizione:

1) prevedere una fase transitoria che permetta anche ai docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria già nei ruoli dello stato,  in possesso degli specifici titoli, di potersi abilitare in altre  classi di concorso attraverso un percorso abilitativo riservato.

Il Comitato Nazionale docenti di ruolo  Ingabbiati
Prof. Roberto Guastella

Riforma prevede nuovi corsi abilitanti, ma per i docenti di ruolo. Vediamo perché

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato