PAS, per alcune classi concorso quasi impossibile aver cumulato 3 anni di servizio. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Chiara Ambroselli – Egregia Redazione, Mi chiamo Chiara e così come altri milioni di persone sono un’insegnante precaria.

Ho partecipato al TFA presso l’Università di Padova e nonostante io avessi raggiungo un punteggio molto alto in relazione alla media degli altri atenei italiani (dove sarei passata) non sono stata ammessa alla fase successiva.

Alla notizia dell’uscita del PAS mi si è riaccesa una speranza, ho atteso tanto questo accordo ed oggi apprendo che io sarò tagliata fuori; chiarisco meglio: sono laureata in Scienze dell’educazione e della formazione L 19 prima e scienze Pedagogiche LM 85 dopo, ho due master, la certificazione informatica specialised e la certificazione di lingua inglese livello C2, i 24 cfu e chi più ne ha più ne metta.

In terza fascia concorro per la A018 – Filosofia e Scienze Umane, classe satura in tutt’ Italia, ove per completare una cattedra devi girare tre scuole ed è per questo che ho prestato servizio statale e paritario in altri ordini e gradi, sfruttando appieno la mia prima laurea. Ad ogni modo, non potrò concorrere perché non ho un anno prestato nella scuola secondaria di secondo grado insegnando la mia materia . Allora io mi chiedo una cosa: se talune classi di concorso sono talmente piene con una possibilità di posti da occupare pari a quasi zero, com’è possibile che una docente possa avere 180 giorni? Il concorso è stato elaborato solo per le povere ultra cinquantenni che si ritrovano ad essere ancora precarie? Noi trentenni dobbiamo aspettare di spegnere cinque decine di candeline per partecipare ad un concorso ed entrare nel mondo della scuola in maniera stabile senza dover percorrere tutt’ Italia ogni anno ringraziando il Signore perché abbiamo ricevuto chiamata? La prego di voler pubblicare la mia lettera, perché voglio dar voce a tutti i giovani come me, che credendo ancora nell’Istruzione Italiana si sono laureati in tempi di brevi, con voti altissimi e che investono in perfezionamento e master pur di raggiungere il sogno di formare i giovani del domani.

Certa di una pronta e positiva risposta, rimango in attesa augurando buon lavoro a tutti voi.

Cordialmente

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!