PAS manifestano in tutta Italia per proroga scadenza graduatoria di istituto. Ancora nulla all’orizzonte

Di
WhatsApp
Telegram

red – Ancora nessun cenno dal Ministro per quanto riguarda quel decreto promesso alla delegazione dei docenti abilitandi con i Percorsi abilitanti speciali per il loro inserimento in graduatoria.

red – Ancora nessun cenno dal Ministro per quanto riguarda quel decreto promesso alla delegazione dei docenti abilitandi con i Percorsi abilitanti speciali per il loro inserimento in graduatoria.

E lo slogan oggi nelle piazze italiane è molto chiaro "lo Stato prima ci usa poi ci butta fuori" in riferimento agli anni di insegnamento, al percorso di abilitazione e all’esclusione dalle graduatorie d’istituto. Perché, in base al Decreto 353 del 22 Maggio 2014, l’aggiornamento delle graduatorie si concluderà il 23 giugno, ma molti docenti otterranno l’abilitazione a luglio. Per un mese, molti rischiano di restare fuori.

Giorno 23 maggio una delegazione di rappresentanti dei movimenti PAS sono stati ricevuti dal Ministro, il quale ha preso un impegno per lavorare ad un decreto che permetta loro di entrare in graduatoria con riserva. Intanto si iscrivono, quindi confermano l’iscrizione, a graduatorie chiuse, una volta ottenuto il pezzo di carta che ne attesti l’abilitazione all’insegnamento.

Ma ad oggi, secondo quanto riferitoci da Marco Galice, tra i rappresentati dei passini presenti all’incontro con il Ministro, niente ancora si è mosso, sebbene fosse stato garantito che che il Ministero avrebbe iniziato a lavorare ad un Decreto ad hoc a partire da martedì scorso.

I passini sono, dunque, scesi in piazza, per manifestare e recriminare quello che ritengono un diritto sacrosanto, poter spendere quanto prima il loro titolo, senza dover attendere mesi per poter tornare in cattedra da abilitati.

Vi terremo informati sugli sviluppi

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio